fbpx

Una firma che non ti costa nulla

Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere una modalità priva di costi per te è indicare il nostro 5x1000 nella tua dichiarazione dei redditi: codice 92169370928

2022x

Dona ora

Considera di sostenere la nostra missione e Network con una offerta libera online, con qualsiasi carta di credito. Anche 5 euro al mese possono fare la differenza.

Offerta libera
 EUR
(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Una ricerca danese di Payana Hendriksen, Katrine Elmgreen e Jan Ladewig, mette al confronto i segni legati allo stress nel carico dei cavalli per il trasporto mediante trailer a rimorchio.

Il modo tradizionale di addestrare i cavalli consiste nell'applicazione di rinforzi negativi. Nell'ultimo decennio, tuttavia, l'uso del rinforzo positivo è diventato sempre più diffuso.

Per valutare l'efficacia e il possibile effetto stressante dei 2 metodi di addestramento, per lo studio in questione sono stati selezionati 12 cavalli che presentavano problemi a salire sul trailer a rimorchio.

Sono stati assegnati in modo casuale a uno dei 2 metodi. Il rinforzo negativo (RN) consisteva in vari gradi di pressione (come tirare con la longia e colpire con la frusta il posteriore). La pressione veniva rimossa non appena il cavallo obbediva. I cavalli nel gruppo del rinforzo positivo (RP) invece, sono stati addestrati a salire con il clicker e la ricompensa alimentare.

Per lo stress veniva misurata la frequenza cardiaca e osservati i segni di disagio.

I risultati dello studio in pillole.

  • I cavalli del gruppo RP hanno impiegato meno tempo a imparare a salire sul trailer.
  • Sebbene il RP sia la soluzione di addestramento più rapida, non tutti i cavalli rispondono allo stesso modo. Il metodo è tanto più funzionale quanto più si studia una motivazione a cooperare che interessi all'individuo cavallo.
  • Il gruppo RN ha espresso un maggiore disagio che, se sostenuto per un periodo prolungato, potrebbe avere ripercussioni negative sul benessere dell'animale, fomentando paure e ansie poi difficili da sbloccare.
  • Ciò potrebbe portare a concludere che solo i formatori con una vasta conoscenza ed esperienza possono usare i RN perché sanno come esercitare le pressioni senza esagerare, al momento giusto e nel modo giusto.
  • I ricercatori concludono che, purtroppo, oggi la maggior parte dei cavalli sono ancora addestrati con il RN, che può compromettere le implicazioni per il benessere dei cavalli come già sottolineato da diversi ricercatori, specialmente se le pressioni non sono esercitate consapevolmente, per tempo breve e solo quando serve.
  • Dall'altra parte, il RP crea un ambiente di lavoro più sicuro per persone e cavalli, ed è quindi il metodo di addestramento che dovrebbe essere preferito su tutti i cavalli, ma non sempre è efficace se il cavallo non è motivato a collaborare.
Riferimenti allo studio:

Trailer-loading of horses: Is there a difference betweenpositive and negative reinforcement concerningeffectiveness and stress-related signs?

Payana Hendriksen, Katrine Elmgreen, Jan Ladewig

Journal of Veterinary Behavior Volume 6, Issue 5, September–October 2011, Pages 261-266

Vuoi contribuire a far crescere i contenuti di questa piattaforma? Invia la tua proposta di articolo a info@horse-angels.it

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0)

cc by nc nd 300x104

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.