fbpx

Una firma che non ti costa nulla

Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere una modalità priva di costi per te è indicare il nostro 5x1000 nella tua dichiarazione dei redditi: codice 92169370928

2022x

Dona ora

Considera di sostenere la nostra missione e Network con una offerta libera online, con qualsiasi carta di credito. Anche 5 euro al mese possono fare la differenza.

Offerta libera
 EUR
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dagli organizzatori di una gara ippica e condannati già dalla Corte di Appello di Campobasso.

Per i ricorrenti non si trattava di una gara di cavalli, né di scommesse visto che non era stato sequestrato alcun denaro.

Ma la Cassazione ha confermato che “la Corte di appello ha preso una motivazione del tutto congrua, fondata su oggettive risultanze dibattimentali e non manifestamente illogica. La sentenza, in particolare, ha evidenziato che: a) erano presenti sul posto una folta folla e numerosi cavalli; b) era stato predisposto uno starter, ossia una macchina che si poneva davanti agli animali, facendoli allineare e quindi facendoli partire; c) erano presenti vedette, che impedivano alle macchine di accedere alla strada ove si svolgeva la competizione; d) era presente un’ambulanza, in uno con alcuni veterinari.

La tesi della mera esposizione dei cavalli, doveva poi esser smentita, atteso che gli animali – lungi dall’esser singolarmente addobbati – erano muniti di fantino e calesse.

Un compendio istruttorio solido e non contestabile, dunque, con il quale è stata confermata la consumazione del delitto in rubrica; con la precisazione, peraltro, che in tema di competizioni non autorizzate tra animali (come quella in esame), il pericolo per l’integrità fisica di questi ultimi, che rende tali competizioni penalmente rilevanti ai sensi dell’art. 544-quinquies cod. pen., va valutato in concreto sulla base di un criterio “ex ante” in relazione sia alle peculiarità della gara, sia alle complessive condizioni in cui essa si svolge, con particolare riguardo, oltreché alle circostanze di tempo e di luogo, alle caratteristiche strutturali dell’impianto. Esattamente quanto riscontrato nel caso di specie, con i cavalli costretti a correre sulla strada, in presenza di molte persone”.

Il ricorso pertanto è stato dichiarato inammissibile.

Approfondimento link

Vuoi contribuire a far crescere i contenuti di questa piattaforma? Invia la tua proposta di articolo a info@horse-angels.it

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC BY-NC-ND 4.0)

cc by nc nd 300x104

Sorry, this website uses features that your browser doesn’t support. Upgrade to a newer version of Firefox, Chrome, Safari, or Edge and you’ll be all set.