Sogniamo un mondo migliore per persone, animali e ambiente. Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere codice da inserire: 92169370928

giustizia

 

(Tempo di lettura: 2 - 4 minuti)

Nureiev Champ, un trottatore 13enne, che aveva vinto in carriera oltre 100mila euro, è scomparso dall'Ippodromo di Padova nell'agosto 2020, senza tracciabilità. Non era più in grado di correre le regolamentari.

Pur essendo stato trasportato da una ditta di trasporto ippica, pur avendo fatto un passaggio di proprietà, pur essendo stata stilata la denuncia per la mancanza di tracciabilità, si è saputo del suo destino solo grazie ad investigatore privato.

Secondo le investigazioni della querelante, l'allevatrice che lo aveva fatto nascere, il cavallo non è mai arrivato dove il passaggio di proprietà indicava che fosse perché il detentore, contattato telefonicamente, è subito andato dai carabinieri a denunciare il falso documentale, disconoscendo non solo l'arrivo di Nureiev Champ, ma anche quello di altri 5 cavalli da corsa a fine carriera di cui non sapeva nulla, e ha fatto pervenire copia della sua denuncia all'allevatrice, così di fatto scagionandosi dall'essere la persona in possesso del cavallo. Tramite ulteriori informatori l'allevatrice ha saputo che, invece, Nureiev Champ sarebbe finito in Abruzzo dagli zingari cavallari a correre le corse clandestine, e lì sarebbe morto poco dopo.

Giustizia finora assente a livello di indagini tempestive per capire dove il cavallo fosse realmente andato. Indagini tempestive sulla tracciabilità, forse, gli avrebbero salvato la vita. Vedremo se ci saranno reinvi a giudizi per qualcosa, dato che, alla denuncia dell'allevatrice, si è aggiunta quella del detentore indicato nel passaggio di proprietà, che il cavallo non lo ha mai ricevuto né voluto, e che risulterebbe, con la sua denuncia, una vittima di più falsi documentali per cavalli da corsa a fine carriera a lui mai pervenuti e a sua insaputa tracciabili al suo codice di stalla.

La vicenda in pillole

  • 8 Agosto 2020. L'allevatrice di due cavalli, preoccupata del loro destino, presenta una denuncia alle autorità giudiziarie competenti per Padova per ipotesi di maltrattamento e mancanza di tracciabillità. Lucia De Angelis, questo il nome dell'allevatrice, aveva venduto i suoi ultimi cavalli a seguito di un grave incidente automobilistico, che l'ha deprivata della possibilità di occuparsene. Moralmente però si è sentita in dovere di continuare a seguirli. Uno dei cavalli della denuncia è Nureiev Champ, un trottatore di 13 anni a fine carriera nelle corse, che aveva vissuto fino a poco prima all'ippodromo di Padova.
  • 20 Agosto 2020. Le autorità incaricate della indagine fanno un'ispezione all'Ippodromo di Padova per accertamenti su quanto contenuto nell'esposto.
  • 2 Ottobre 2020. Tramite l'accesso agli atti l'allevatrice viene a sapere che il cavallo sarebbe stato recapitato a una persona residente in provincia di Napoli. Googlando nome e cognome dell'acquirente (diverso dal detentore), più luogo di origine, viene fuori un imputato per corse clandestine di cavalli e condannato per altri reati (non specificati). Il proprietario del codice di stalla non è però l'acquirente, bensì un detentore.
  • 2 Novembre 2020. L'allevatrice integra la denuncia formulata l'8 di agosto 2020 con altre ipotesi di reato, come il falso documentale.
  • 2 Gennaio 2021. L'allevatrice si affida a investigatore privato perché attraverso i canali pubblici di giustizia non le sembra che le indagini stiano andando avanti.
  • 1 Marzo 2021. Grazie a investigatore privato è stato possibile sapere che il cavallo in Campania non è mai arrivato. La persona che risultava detentrice, contattata, ha disconosciuto il proprio codice di stalla come luogo di stabulazione sia di Nureiev Champ che di altri cavalli da corsa a fine carriera, a sua insaputa intestati al proprio codice di stalla, formalizzando la denuncia di falso documentale dai carabinieri. Secondo le fonti raggiunte, Nureiev Champ sarebbe andato dai sinti delle corse clandestine di Pescara, e lì abbattuto già un anno fa perché non più in grado di correre per strada.

Articolo da aggiornare con l'esito giudiziario della vicenda.

Commenti offerti da CComment

Non riceviamo fondi pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente citando la fonte e che è gradita la donazione che ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari con vari tipi di azioni.