Sogniamo un mondo migliore per persone, animali e ambiente. Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere codice da inserire: 92169370928

giustizia

 

Fascicoli seguiti

In questa sezione tutte le azioni legali intraprese da Horse Angels che hanno dato adito a un procedimento giudiziario.

(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)

SORSO, provincia di Sassari, novembre 2018. Re Furio, un purosangue inglese che aveva fatto corse di galoppo in Toscana, è stato ritrovato agonizzante dalle guardie zoofile del posto in un terreno alle porte di Sorso.

Il ritrovamento dell'animale non è stato casuale. Risultano precedenti segnalazioni per ipotesi di negligenza e di abbandono già da luglio 2018, a cui nessuno avrebbe pensato di porre rimedio. Da quanto emerge dalla stampa locale, particolarmente La Nuova Sardegna, animalisti locali le avevano tentate tutte per segnalare il caso alle autorità.

Sul terreno, non custodito, che ospitava il cavallo e un pony non c'era un codice di stalla per equini abilitato, né la presenza di erba, fieno e di acqua corrente.

Il pony che era con Re Furio era privo di microchip ed è stato ricollocato. Il cavallo è morto in agonia, dopo che da tempo animalisti locali ne avevano segnalato lo stato di abbandono. Dopo la morte Horse Angels è stata contattata da costoro per portare avanti il caso in giudizio.

Horse Angels ha denunciato il fatto alla Procura della Repubblica di Sassari, ipotizzando negligenza e maltrattamento, difesa dall'Avvocato Silvia Ferraris del Foro di Sassari.

A distanza di due anni, il reinvio a giudizio di 2 imputati a titolo di detentori da parte del pm dottoressa Maria Paola Asara per il reato di cui all’art.544 ter c.p., per avere per crudeltà e senza necessità, cagionato lesioni o comunque sottoposto a comportamenti e fatiche insopportabili per le sue caratteristiche etologiche il cavallo di razza purosangue inglese di nome Re Furio, nato nel 2007, di fatto nella disponibilità dei 2 imputati (senza formalizzazione del passaggio di proprietà), i quali, dopo averlo abbandonato nel periodo estivo in un fondo privo di riparo e senza alcuna risorsa alimentare e idrica disponibile, che gli consentisse un sostentamento sufficiente in autonomia a pascolo brado, lo alimentavano e abbeveravano saltuariamente, facendogli mancare per più giorni consecutivi acqua e cibo vitali per la sopravvivenza dell’animale, fino a provocarne il decesso. Commesso in Sorso (SS) in epoca antecedente e prossima al 6.11.2018.

Horse Angels odv riconosciuta preliminarmente dal pm parte offesa. Articolo da aggiornare con l'esito del procedimento giudiziario.

Nel video, consulenza veterinaria con il veterinario Fabio Schirru, della Clinica Veterinaria Horses & Pets il Chirone a Quartu Sant'Elena (CA).

Commenta (0 Commenti)
Re Furio
(Tempo di lettura: 1 - 2 minuti)
Dodici asini morti e altri ottanta in pessime condizioni igienico-sanitarie, con carcasse abbandonate nei campi e insufficienti alimenti per nutrire gli animali presenti. Fatto accertato in Ceranesi (GE) in epoca anteriore e prossima al 6 novembre 2018.

E' questo il triste bilancio di un sopralluogo congiunto dei carabinieri forestali e dei veterinari di sanità pubblica in un allevamento di asini posto al confine tra la Liguria e il Piemonte, finanziato anche con fondi Ue.

Due gli imputati, entrambi soci dell'azienda agricola, cui furono contestati i reati nel novembre del 2018, a seguito di un blitz di Striscia la Notizia.

La associazione HORSE ANGELS ODV,  che presentò a suo tempo denuncia querela, è riconosciuta parte lesa dal pm e ha affidato l'incarico all'Avv. Gabriella de Filippis del Foro di Genova.

P.I., genovese, e B.P., trentino, devono rispondere al magistrato Dott.ssa Lucia Vignale dei reati di cui all’ artt. 544 ter, “perché in concorso tra loro e nelle loro qualità di legali rappresentanti della società agricola Primavera, senza necessità, detenendo 13 asini in condizioni di malnutrizione, non curandoli, nonostante fossero affetti da herpes virale e lasciandoli con una crescita anomala delle unghie (fattore questo che determinava sofferenza nella deambulazione dell’animale) li sottoponevano a patimenti”, e art 544 bis cp, perché ”in concorso tra loro e nelle loro rispettive qualità, attraverso le condotte descritte nel capo precedente cagionavano senza necessità la morte di 13 asini”. Fatti commessi in Ceranesi (GE) in epoca anteriore e prossima al 6 novembre 2018.

Gli animali supertiti sono stati sequestrati e ricollocati.

Aggiornamento del Settembre 2020

Si è svolta la prima udienza del processo a Genova, Horse Angels odv presente come parte offesa. Il medesimo procedimento è stato spostato per competenza territoriale ad Alessandria su richiesta dei legali dei 2 imputati. Articolo da aggiornare con il seguito del procedimento giudiziario.

Commenta (0 Commenti)

Non riceviamo fondi pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente citando la fonte e che è gradita la donazione che ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari con vari tipi di azioni.