Traduci

Italian English French Spanish

Motore di ricerca interno

Il 5xmille a Horse Angels

Codice da inserire:

92169370928

Alla c.a. della Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari

PEC Egr. Direttore generale: dott. Silvio Borrello

La Legge n°4/2013 ha riformato le professioni non organizzate in ordine e collegi.

La norma prevede la costituzione di associazioni professionali volte alla prestazioni di opere e servizi esercitate in modo abituale e prevalentemente mediante lavoro intellettuale con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell'art. 2229 del codice civile, delle professioni sanitarie e relative attività tipiche o riservate per legge e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative.

I maniscalchi, non riconosciuti ancora come professione ausiliaria veterinaria, nelle more del Regio Decreto 2563 del 1937, rientrerebbero dunque in codesta legge. Si potrebbero autocertificare dotandosi di associazione di categoria di diritto privato, volontaria.

Horse Angels è interessata a diventare, per se stessa o in collaborazione con altri enti preposti, punto di riferimento per un codice deontologico, regole condivise, responsabilità mediante RCA professionale, per la mascalcia professionale, in rappresentanza di chi non ha voce per potersi difendere autonomamente, i cavalli che hanno diritto a trattamento diligente dei loro piedi, sia mediante interventi di pareggio, che di mascalcia, fino alla mascalcia correttiva, che può essere anche più invasiva tale da sfiorare l'atto medico.

Il MISE ha chiarito che, in caso di dubbi sulla natura dell'attività, occorre richiedere apposito parere alle autorità competenti, quali ad esempio il Ministero della Salute, il Ministero della Giustizia ed il CONI.

Horse Angels è qui a chiedere ufficialmente il chiarimento.

In particolare, che il Ministero della Salute riconosca con apposito decreto, come arti ausiliarie di veterinaria, le attività tecniche di maniscalco e castrino, predisponendo l'ordine professionale obbligatorio.

Ricordando che il Ministero ha già anche definito l'elenco delle attrezzature di cui possono dotarsi gli ausiliari maniscalchi e castrini con decreto 3 maggio 1994, mentre con la legge 175/1992 è stato vietato il commercio e la fornitura, a qualsiasi titolo, anche gratuito, di apparecchi e strumenti (diversi da quelli consentiti agli ausiliari riconosciuti) nei confronti di coloro che non dimostrino di essere iscritti agli albi degli esercenti le professioni sanitarie.

In parte quindi il riconoscimento del maniscalco professionale come ausiliario veterinario sembra già essere fatto, ma il lavoro non è stato portato a termine, determinando la giungla attuale per cui esistono maniscalchi che esercitano abusivamente la professione, senza trasparenza nei confronti dei clienti, poco informati e non abituati a chiedere le credenziali di abilitazione.

In caso di risposta negativa, ovvero di mancanza di volontà al riconoscere il maniscalco come professione sanitaria, ausiliaria a quella del veterinario, Horse Angels informa la DGSA di aver lavorato ad un tavolo operativo per il riconoscimento della mascalcia professionale, in collaborazione con Adipem (Scuola di Mascalcia e Podologia di Pinerolo), Scuola di Mascalcia Naturale di San Siro, Unom, e di essersi avvalsa della consulenza di maniscalchi professionali che hanno svolto docenza presso la Scuola di Mascalcia Militare di Grosseto, Università e altri enti riconosciuti.

Dal tavolo di lavoro abbiamo acquisito relazioni tecniche sul ruolo attuale e futuro del maniscalco, secondo la loro visione, in scienza e coscienza per la tutela del cavallo e per la difesa dei maniscalchi professionali dalla concorrenza sleale. Di aver conseguentemente predisposto un questionario pubblico per raccogliere la volontà di maniscalchi per iniziare un percorso condiviso, anche con le istituzioni, per invogliare i maniscalchi a dotarsi di associazione rappresentativa che obblighi alla formazione permanente, associazione senza scopo di lucro, come delineato dalla l. 4/2013 precedentemente citata.

Chiediamo dunque l'apertura di un tavolo anche al Ministero, con le rappresentanze dei proprietari, la FISE e altri EPS riconosciuti dal CONI, al fine che maniscalco di concorso possa essere esclusivamente un maniscalco professionale, dotato di partita IVA, di RCA professionale e di registrazione presso l'ASL veterinaria di pertinenza territoriale. 

Basta abuso di professione di mascalcia. Sono rimasti pochi cavalli in Italia, la loro vita è preziosa. Si tratta di animali spesso percepiti come d'affezione per i legittimi proprietari. I quali hanno diritto a prestazioni diligenti per i piedi dei loro cavalli, e di referenti responsabili per la cura dei piedi equini.

Il possesso responsabile del cavallo non può esimersi da operatori responsabili, di cui il maniscalco è un anello fondamentale e non accessorio per la salute e il benessere dei nostri amici equini.

In attesa di riscontro,

Horse Angels

Ti è piaciuto questo articolo? Metti un like o condividi, grazie.

Non riceviamo sostegni pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR