Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Codice 92169370928

Il cavallo ha bisogno di foraggio anche di notte. Più di 4 ore senza alimento e rischia la colica da digiuno.

Secondo ricercatori irlandesi e scozzesi, i cavalli che non possono foraggiare a piacimento, e sono costretti a passare la notte a pancia vuota, rischiano la salute.

"Recenti raccomandazioni evidenziano che quando i cavalli passano più di quattro ore senza cibo, sono tecnicamente a digiuno", ha dichiarato Barbara Hardman, un Master post-laurea presso la Royal (Dick) School of Veterinary Studies della University of Edinburgh, in Scozia. "Il foraggiamento continuo è un comportamento naturale per i cavalli, il che significa che è fondamentale che lo eseguano non solo per la loro salute intestinale, ma anche per la loro salute mentale."

Quando i cavalli sono autorizzati a pascolare a piacimento, in genere foraggiano dalle 10 alle 14 ore al giorno, ha sostenuto la Hardman durante la sua presentazione alla 15a Conferenza della International Society for Equitation Science (ISES), tenutasi dal 19 al 21 agosto a Guelph, Ontario , Canada. È importante, tuttavia, ricordare che quella definizione di "giorno" è un periodo di 24 ore. Ovvero, i cavalli in natura pascolano anche di notte.

"Anche quando i cavalli vengono nutriti con fieno a volontà durante il giorno, è altamente improbabile che abbiano abbastanza foraggio per trascorrere serenamente la notte in stalla, poiché qualsiasi fieno fornito verrebbe rapidamente consumato in quell'ambiente" ha spiegato la ricercatrice. "L'alimentazione notturna è spesso un aspetto trascurato della gestione equina."

I proprietari credono di offrire un benessere ottimale ai loro cavalli di notte provvedendo a una soffice lettiera, senza rendersi conto che i cavalli di notte cercano cibo tra una pennichella e l'altra.

“Più di quattro ore consecutive senza foraggio mettono un cavallo a maggior rischio di problemi gastrointestinali come coliche, ulcere gastriche, nonché lo sviluppo di comportamenti stereotipati come i vizi da stalla. Inoltre, se consumano la lettiera in mancanza di altro, hanno anche maggiori probabilità di consumare le proprie feci".

La soluzione? Gli alimentatori lenti che permettono di allungare il tempo di foraggiamento della razione notturna.

Questi dispositivi, dalla rete per fieno alla mangiatoia coperta da rastrello, permettono di allungare dal 95 al 120% il tempo di consumo della razione serale, rispetto al fieno messo a terra nel box.

Inoltre, la Hardman ha notato che quando i cavalli hanno il fieno sciolto a terra, passano il 72% di tempo in più a rovistare nella lettiera, consumando probabilmente giaciglio e feci e mettendosi a rischio di colica da impattazione.

"Se i cavalli devono essere sistemati con diete a foraggio limitato, gli alimentatori lenti possono essere usati per prolungare i tempi di alimentazione dei cavalli, prevenendo potenzialmente l'ingestione della lettiera, la coprofagia (mangiare feci) e lo sviluppo di comportamenti stereotipati", ha aggiunto la Hardman.

Infine, "Se si trovano su giacigli non commestibili (come trucioli di legno), ciò potrebbe aumentare le ore di digiuno e portare a un aumento del rischio di ulcere".

Considera un sostegno alla nostra missione