Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Codice 92169370928

L’adattamento all’ambiente è una delle condizioni chiave della sopravvivenza di una specie. Il cavallo non  fa eccezione:  è capace di vivere a quasi tutti i climi e latitudini.

Ogni paese al mondo ha finito per sviluppare nel tempo le proprie razze autoctone, che sono il frutto delle esigenze tradizionali locali degli allevatori, degli impieghi tipici, così come dell'adattamento alle caratteristiche del paesaggio e climatiche.

Oggi in Italia è presente una grande varietà di razze: cavalli più leggeri sono tipici di zone con clima secco come quelle del Centro e Sud Italia, mentre nelle regioni del Nord troviamo cavalli più pesanti. Condizioni ambientali più dure tipiche delle zone insulari e marginali hanno favorito invece razze più piccole.

Per chi predilige la gestione naturale, e non ha particolari esigenze agonistiche, da dire che può gareggiare con un'unica razza equina, recuperare e valorizzare i cavalli della tradizione permette che non si estinguano.

Anglo arabo sardo, Avelignese, Bardigiano, Catria, Esperia, Giara, Maremmano, Monterufolino, Murgese, Norico, Pentro, Persano, Salernitano, Sanfratellano, Sarcidano, Tolfetano, Ventasso, sono razze italiane antiche da tenere in alta considerazione.

Tra queste il Tolfetano, l’Esperia e il cavallino della Giara sono considerate dalla FAO razze in via di estinzione. E’ considerata critica invece la situazione del Monterufolino.

italian stallion horse flag italy baby t shirtTra le razze indicate ci sono cavalli adatti a diverse discipline e gusti, dai pony per l'avviamento all'equitazione, ai cavalli migliori per le passeggiate, rustici e a sangue freddo, a cavalli più caldi e più adatti alla velocità, come a discipline più complesse che richiedono destrezza ed agilità.
In linea di massima scegliere a km zero, significa valorizzare le specificità del territorio e massimizzare il valore turistico del cavallo

I nostri cavalli potrebbero essere ‘ambasciatori del made in Italy’ ed essere una calamita di sviluppo per piccoli allevatori e maneggi della provincia ad impronta "artigianale" ma "qualitativa".

Se in più persone scegliessero le razze autoctone italiane, queste potrebbero essere attenzionate anche all'estero, e anziché gli italiani essere importatori di cavalli esteri che non hanno nulla di superiore alle razze autoctone, divenire noi esportatori delle bellezze equine DOCG.

Cavalli - ma anche gli asini - rappresentativi del territorio a km zero sono in definitiva un autentico simbolo di biodiversità e specificità legate alla campagna italiana. 

Possono divenire testimonial di tutela del benessere degli animali, di legalità e di rispetto del territorio e dell’ambiente, quando allevati con criterio, rispettati nelle loro esigenze, registrati nelle rispettive anagrafi, gestiti in modo naturale e sostenibile, educati al contatto positivo con l'essere umano.

 

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?