Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Codice 92169370928

Il mondo del cavallo è fatto di disonesti ma anche di onesti, i più penalizzati sono attualmente i secondi

Il problema tipico dell'Italia, in tutti i settori,  incluso quello dei cavalli, è che non si riescono a fare controlli adeguati per punire esclusivamente i disonesti, e quindi si penalizzano tutti con la burocrazia, sempre più complessa e anche contradditoria, perché la destra non sa cosa fa la sinistra, con unico risultato quello che i disonesti che traggono molti vantaggi dai loro illeciti riescono a trovare le scappatoie per continuare a fare quello che vogliono in barba alle normative, mentre gli onesti si trovano molto penalizzati da livelli così elevati di burocrazia che fanno perdere la voglia di investire, fare cose e la fiducia nelle istituzioni.

E' questo il caso dei cavilli con i cavalli

Il 15 ottobre ultimo scorso è stata emessa una circolare sul trasporto equidi il cui intento era quello di penalizzare il nero, ma che penalizza anche chi non trae un lucro dal trasporto equidi.

Il tutto mentre ancora non funziona l'anagrafe equidi e la tracciabilità in digitale dei cavalli. Sommandosi all'entrata in vigore, a breve, della ricettazione elettronica dei farmaci, (per non parlare della fatturazione elettronica) per un settore che, nelle mire dei funzionari burocrati, dovrebbe risolvere i suoi problemi con l'informatizzazione, ma che non è così, specialmente quando gli strumenti da utilizzare, i software messi a disposizione, sono di difficile fruizione, macchinosi, poco intuitivi e finiscono per scoraggiare più gli onesti che i disonesti. Questi ultimi, se hanno forti interessi economici, il modo lo trovano sempre per fare come meglio credono,  mentre i primi rischiano di violare le norme senza trarne alcun vantaggio di tipo economico, semplicemente perché non ce la fanno a stare dietro a tutta la burocrazia e all'informatizzazione messa a punto da tecnici che pare abbiano dei problemi con la messa a punto di sistemi "accessibili", a misura di umano non nativo digitale.

Dunque, poiché si fa poco per contrastare le corse clandestine, le macellazioni illegali, i furti di animali, il sommerso, attraverso controlli sul territorio e sanzioni mirate per i delinquenti, gli impostori, gli abusivi, o come li voglia chiamare, si finisce per penalizzare l'intero comparto economico con eccesso di burocrazia.

E' la storia dell'Italia contemporanea che si avvita su se stessa. I problemi non si risolvono in modo mirato, aumenta solo la burocrazia fatta cadere dall'alto in modo sistemico. 

L'avvio del tavolo con Fise e Fitetrec

Intanto, per quanto riguarda l'odiata circolare interministeriale relativa al trasporto di equidi per competizioni sportive o finalità ludiche, si comunica che in data 5 novembre sarà avviato un Tavolo di confronto con la Federazione Italiana Sport Equestri (FISE) e la Federazione Italiana Turismo Equestre e Trec (FITETREC-ANTE) per discutere degli eventuali problemi applicativi e ricevere eventuali suggerimenti di coordinamento tecnico. Lo sottolineano in una nota congiunta il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il Ministero dell’Interno.

Non sei ancora iscritto a Horse Angels? Provvedi