(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Il tema è stato oggetto di uno studio pubbicato da Maria Papaefstathiou, cipriota della task force conto la violenza nelle scuole, membro dell'osservatorio stabilito dal Ministero di Cipro per l'Educazione e la Cultura.

Lo studio si focalizza sull'etica alla base per la riduzione sostanziale delle molestie e degli abusi sessuali e di genere nello sport.

La comunità sportiva europea, in particolare a livello di governance, ha la responsabilità di lavorare verso questo obiettivo attraverso lo sviluppo della sua etica, strutture, politiche, codici, pratiche e personale. Questo rapporto riconosce che alcuni Stati membri hanno messo in atto misure preventive e di controllo per la minimizzazione e l'eliminazione delle molestie e degli abusi sessuali e di genere nello sport, mentre altri devono ancora riconoscere pienamente questo problema.

Tuttavia, questa è un'area di sviluppo relativamente nuova per la comunità sportiva europea nel suo insieme. Di conseguenza, le reti esistenti su questo tema sono informali e di portata limitata. Si riconosce inoltre che gli Stati membri e le organizzazioni sportive al loro interno dovranno affrontare sfide particolari e distinte durante l'attuazione delle misure preventive.

Pertanto, questo rapporto sottolinea l'importanza di riconoscere differenze culturali nella condivisione delle pratiche tra i paesi europei. Queste differenze possono essere associate alle diverse interpretazioni di molestie e abusi sessuali e di genere nello sport, uguaglianza e diritti umani, con diverse definizioni e legislazioni, diversi tipi di sostegno politico a livello nazionale e locale e risorse finanziarie variabili disponibili per lo sviluppo dello sport e il benessere degli atleti.

Queste sfide evidenziano la necessità, non solo di ulteriori ricerche a livello internazionale / europeo, nazionale e locale, ma anche di sviluppo di strategie di raccolta dati all'interno di quadri di ricerca culturalmente sensibili. Ciò è essenziale se si vuole che la ricerca produca conoscenze che possano essere efficacemente utilizzate e implementate dai responsabili politici e dalle parti interessate nei loro sforzi per prevenire le molestie sessuali e di genere e gli abusi negli sport in tutta Europa.

Pertanto, il presente rapporto sostiene fermamente lo sviluppo di politiche basate su prove solide e sensibili al contesto, pur riconoscendo che tale ricerca è relativamente scarsa Sono state pubblicate dichiarazioni politiche europee significative in relazione alla prevenzione delle molestie e degli abusi sessuali e di genere all'interno e all'esterno dell'ambiente sportivo (vedi esempi elencati in bibliografia e capitolo 2). Questi forniscono un'importante piattaforma dalla quale la comunità sportiva europea può andare avanti.

Pertanto questo progetto riconosce le precedenti iniziative volte alla prevenzione delle molestie sessuali e di genere e degli abusi nello sport a livello europeo e internazionale.

Le informazioni raccolte in questa pubblicazione mirano, tuttavia, a dare ulteriore impulso e stimolare la direzione per l'azione politica a tutti i livelli del ambiente sportivo, in particolare raccomandando di mettere in atto azioni tangibili e concrete che, se adottate, forniranno un impulso sostanziale da cui la comunità sportiva europea può ulteriormente migliorare la progressione verso "un ambiente sportivo aperto, sicuro e sano".

Per alcuni paesi queste azioni aiuterebbero la realizzazione delle aspirazioni articolate in precedenti dichiarazioni politiche europee e nazionali sulle molestie sessuali e di genere e sugli abusi negli sport; per altri paesi, fornirebbero ulteriore impulso al processo di avvio e sviluppo di misure preventive.

Lo studio in pdf (178 minuti il tempo richiesto di lettura)

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

***Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Charityware. Significa che i documenti che si possono scaricare sono utilizzabili gratuitamente come risorse aperte, mentre è gradito che il visitatore che trova utile il nostro sito web ci supporti attraverso azioni dirette o indirette di beneficenza (donazione o 5x1000). Gli articoli sono rilasciati con licenza Linkware, significa che si possono condividere e anche citare riportando il link alla fonte Per i beni promozionali in cessione con spedizione al sostenitore, come i libri o le bomboniere solidali, vale la licenza Charityware, con donazione suggerita.

Non riceviamo sostegni pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR