(Tempo di lettura: 3 - 6 minuti)

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172, recante "Ulteriori disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19”, in vigore dal 19 dicembre (testo in calce), titolato Misure urgenti per le festività natalizie e di inizio anno nuovo.

Salvo quanto disposto dall'art. 1, c. II, del d.l. n. 158/2020, nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 sull'intero territorio nazionale si applicano le misure previste per le cd. zone “rosse” (art. 3 del DPCM 3 dicembre 2020); nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021 si applicano le misure previste per le cd. zone “arancioni” (art. 2, d.P.C.M. 3 dicembre 2020), tuttavia sono consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 km dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia, durante il periodo tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 è inoltre consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima regione, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi, durante il periodo 24 dicembre – 6 gennaio, restano ferme, per quanto non previsto nel d.l. in parola, le misure adottate con D.P.C.M. ai sensi dell'art. 2, c. I, d.l. n. 19/2020, convertito, con modificazioni, dalla L. n. 35/2020, la violazione delle misure disposte dal d.l. in parola e di quelle del d.l. n. 158 /2020 viene sanzionata ai sensi dell'art. 4 (sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000, chiusura attività, ecc.), del d.l. n. 19 /2020, convertito, con modificazioni, dalla L. n. 35/2020.

Decreto di Natale, si può fare sport?

Lo sport dovrà rispettare tutte le norme previste per le zone rosse ad oggi, date e orari compresi (rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5). Anziché le regioni, con il decreto Natale sono i giorni che si colorano.

Chi fa sport conosce già le regole: si potrà andare a correre o camminare nelle immediate vicinanze delle proprie abitazioni. Nei giorni di zona rossa, qualche minima tolleranza per i parchi nei pressi di casa, e una maggior flessibilità per chi va in bicicletta o a cavallo, secondo quanto è stato di consuetudine in questi mesi anche in zona rossa. In tal caso, ci si potrà muovere con maggior libertà, per raggiungere aree verdi o il proprio cavallo che ha bisogno di cure inderogabili, come l'alimentazione e la movimentazione.

Rimangono chiuse le palestre, niente sport di contatto o di gruppo. Attenzione al calendario: a seconda dei giorni in cui si istituirà la zona rossa, ci si dovrà attenere alle normative diverse a seconda poi della colorazione per i giorni, come spiegato dal Decreto in calce e dal DPCM 3 dicembre.

Il Decreto in pdf

Il DPCM 3 Dicembre

Gli articoli del DPCM 3 dicembre da attenzionare per lo sport

d) e' consentito svolgere attivita' sportiva o attivita' motoria
all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove
accessibili, purche' comunque nel rispetto della distanza di
sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attivita' sportiva
e di almeno un metro per ogni altra attivita' salvo che non sia
necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone
non completamente autosufficienti;
e) sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni - di
livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale
con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e
del Comitato italiano paralimpico (CIP) - riguardanti gli sport
individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni
sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione
sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all'interno di
impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all'aperto senza
la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti,
professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di
squadra, partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera
e muniti di tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse, nel
rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive
nazionali, discipline sportive associate e enti di promozione
sportiva. Il Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e il
Comitato italiano paralimpico (CIP) vigilano sul rispetto delle
disposizioni di cui alla presente lettera;
f) sono sospese le attivita' di palestre, piscine, centri
natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per
l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di
assistenza e per le attivita' riabilitative o terapeutiche, nonche'
centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; ferma restando
la sospensione delle attivita' di piscine e palestre, l'attivita'
sportiva di base e l'attivita' motoria in genere svolte all'aperto
presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite
nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun
assembramento, in conformita' con le linee guida emanate dall'Ufficio
per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI),
con la prescrizione che e' interdetto l'uso di spogliatoi interni a
detti circoli; sono consentite le attivita' dei centri di
riabilitazione, nonche' quelle dei centri di addestramento e delle
strutture dedicate esclusivamente al mantenimento dell'efficienza
operativa in uso al Comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico,
che si svolgono nel rispetto dei protocolli e delle linee guida
vigenti;
g) fatto salvo quanto previsto alla lettera e), in ordine agli
eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, lo
svolgimento degli sport di contatto, come individuati con
provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, e'
sospeso; sono altresi' sospese l'attivita' sportiva dilettantistica
di base, le scuole e l'attivita' formativa di avviamento relative
agli sport di contatto nonche' tutte le gare, le competizioni e le
attivita' connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere
ludico-amatoriale;
h) al fine di consentire il regolare svolgimento delle
competizioni sportive di cui alla lettera e), che prevedono la
partecipazione di atleti, tecnici, giudici e commissari di gara, e
accompagnatori provenienti da Paesi per i quali l'ingresso in Italia
e' vietato o per i quali e' prevista la quarantena, questi ultimi,
prima dell'ingresso in Italia, devono avere effettuato un test
molecolare o antigenico per verificare lo stato di salute, il cui
esito deve essere indicato nella dichiarazione di cui all'art. 7,
comma 1, e verificato dal vettore ai sensi dell'art. 9. Tale test non
deve essere antecedente a settantadue ore dall'arrivo in Italia e i
soggetti interessati, per essere autorizzati all'ingresso in Italia,
devono essere in possesso dell'esito che ne certifichi la negativita'
e riporti i dati anagrafici della persona sottoposta al test per gli
eventuali controlli. In caso di esito negativo del tampone i soggetti
interessati sono autorizzati a prendere parte alla competizione
sportiva internazionale sul territorio italiano, in conformita' con
lo specifico protocollo adottato dall'ente sportivo organizzatore
dell'evento;

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

***Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Charityware. Significa che i documenti che si possono scaricare sono utilizzabili gratuitamente come risorse aperte, mentre è gradito che il visitatore che trova utile il nostro sito web ci supporti attraverso azioni dirette o indirette di beneficenza (donazione o 5x1000). Gli articoli sono rilasciati con licenza Linkware, significa che si possono condividere e anche citare riportando il link alla fonte Per i beni promozionali in cessione con spedizione al sostenitore, come i libri o le bomboniere solidali, vale la licenza Charityware, con donazione suggerita.

Non riceviamo sostegni pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR