fbpx

Sviluppo Network

Più doni più ricompense ricevi! Puoi donare anche in memoria di qualcuno o per fare un omaggio a qualcuno.
(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Saltare o non saltare? Strategie utilizzate dai cavalli per il tempo libero e lo sport, è uno studio del 2012 della ricercatrice universitaria polacca Aleksandra Górecka-Bruzdaa e colleghi.

L'obiettivo dello studio è quello di mostrare le preferenze dei cavalli di fronte al libero arbitrio.

Il salto ostacoli è una delle discipline equestri più popolari, sebbene il salto strategico di per sé sia ​​raramente utilizzato dai cavalli che vivono in libertà.

Per stabilire se i cavalli sono naturalmente motivati ​​a saltare, i ricercatori hanno esaminato i cavalli in una situazione di libera scelta.

Diciotto cavalli da diporto e 16 cavalli da sport hanno partecipato a numerosi test a 2 scelte: percorso con salto obbligato per proseguire e percorso con salto aggirabile. Alla fine del percorso per motivarli a fare il test è stata posta una ricompensa alimentare.

In primo luogo, ai cavalli sono stati presentati 2 percorsi opzionali durante un "test a scelta libera" per raggiungere uno stimolo alimentare. Le scelte erano un percorso più breve (con un ostacolo da superare) o un percorso più lungo (con possibilità di aggirare l'ostacolo).

Durante 8 prove consecutive, i cavalli hanno riscontrato un aumento dell'altezza degli ostacoli su ogni seconda prova come segue: 0, 20, 35 e 50 cm.

Dopo un periodo iniziale di condizionamento, i cavalli sono stati testati in un percorso labirintico a Y, dove potevano esprimere la scelta se andare a destra o a sinistra, percorso breve con ostacolo, lungo con possibilità di aggirare l'ostacolo.

I cavalli hanno camminato sopra l'ostacolo o l'hanno calpestato più frequentemente (59,9%), mentre hanno deciso di saltarlo solo nel 10,7% dei casi.

Per entrambi i gruppi, cavalli amatoriali e sportivi, la motivazione dei cavalli a saltare l'ostacolo è diminuita con l'aumentare dell'altezza dello stesso e solo il 44,1% dei cavalli ha effettivamente scelto di saltare l'ostacolo di 50 cm rispetto all'ostacolo di 20 cm (85,3%).

Il gruppo dei cavalli da diporto ha preferito aggirare l'ostacolo in modo significativamente più frequente rispetto al gruppo dei cavalli sportivi (24 prove= 16,7% vs 9 prove= 7,0%).

Il gruppo dei cavalli da diporto ha usato il salto per superare l'ostacolo relativamente poche volte (6 prove, 4,2%) rispetto al gruppo dei cavalli sportivi (23 prove, 18,0%) .

Il gruppo dei cavalli da diporto ha mostrato di avere maggiori prefenze (40 su 54 prove) rispetto ai cavalli sportivi (20 su 48 prove).

Lo studio non è stato in grado di definire le motivazioni individuali dei cavalli dietro alle scelte di aggirare o di saltare gli ostacoli.

I risultati del presente studio indicano però che i cavalli sportivi sono motivati ​​e disposti a saltare gli ostacoli più spesso di quanto lo siano i cavalli da diporto.

Tuttavia, l'apparente riluttanza dei cavalli in generale a continuare a saltare all'aumentare dell'altezza dell'ostacolo suggerisce che, in generale, molti cavalli potrebbero facilmente incontrare richieste eccessive (forzature) nello sport. Questo problema dovrebbe essere attentamente monitorato in termini di addestramento equino, competizione e benessere per la tutela del cavallo.

Referenze
To jump or not to jump? Strategies employed by leisure and sport horses
Aleksandra Górecka-Bruzdaa,*, Ewa Jastrze ̨bskab, Anna Muszynskab, Ewa Je ̨drzejewskab, Zbigniew Jaworski, Tadeusz Jezierski, Jack Murphy, Journal of Veterinary Behavior xx (2012) 1–8

I commenti saranno revisionati prima della pubblicazione

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente sui social o altri media, citando la fonte. Significa anche che è gradita la donazione, la quale ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari di Horse Angels odv.