Sogniamo un mondo migliore per persone, animali e ambiente. Il 5x1000 è la nostra entrata principale, se vuoi aiutarci ad esistere codice da inserire: 92169370928

giustizia

 

(Tempo di lettura: 2 - 3 minuti)

Saltare o non saltare? Strategie utilizzate dai cavalli per il tempo libero e lo sport, è uno studio del 2012 della ricercatrice universitaria polacca Aleksandra Górecka-Bruzdaa e colleghi.

L'obiettivo dello studio è quello di mostrare le preferenze dei cavalli di fronte al libero arbitrio.

Il salto ostacoli è una delle discipline equestri più popolari, sebbene il salto strategico di per sé sia ​​raramente utilizzato dai cavalli che vivono in libertà.

Per stabilire se i cavalli sono naturalmente motivati ​​a saltare, i ricercatori hanno esaminato i cavalli in una situazione di libera scelta.

Diciotto cavalli da diporto e 16 cavalli da sport hanno partecipato a numerosi test a 2 scelte: percorso con salto obbligato per proseguire e percorso con salto aggirabile. Alla fine del percorso per motivarli a fare il test è stata posta una ricompensa alimentare.

In primo luogo, ai cavalli sono stati presentati 2 percorsi opzionali durante un "test a scelta libera" per raggiungere uno stimolo alimentare. Le scelte erano un percorso più breve (con un ostacolo da superare) o un percorso più lungo (con possibilità di aggirare l'ostacolo).

Durante 8 prove consecutive, i cavalli hanno riscontrato un aumento dell'altezza degli ostacoli su ogni seconda prova come segue: 0, 20, 35 e 50 cm.

Dopo un periodo iniziale di condizionamento, i cavalli sono stati testati in un percorso labirintico a Y, dove potevano esprimere la scelta se andare a destra o a sinistra, percorso breve con ostacolo, lungo con possibilità di aggirare l'ostacolo.

I cavalli hanno camminato sopra l'ostacolo o l'hanno calpestato più frequentemente (59,9%), mentre hanno deciso di saltarlo solo nel 10,7% dei casi.

Per entrambi i gruppi, cavalli amatoriali e sportivi, la motivazione dei cavalli a saltare l'ostacolo è diminuita con l'aumentare dell'altezza dello stesso e solo il 44,1% dei cavalli ha effettivamente scelto di saltare l'ostacolo di 50 cm rispetto all'ostacolo di 20 cm (85,3%).

Il gruppo dei cavalli da diporto ha preferito aggirare l'ostacolo in modo significativamente più frequente rispetto al gruppo dei cavalli sportivi (24 prove= 16,7% vs 9 prove= 7,0%).

Il gruppo dei cavalli da diporto ha usato il salto per superare l'ostacolo relativamente poche volte (6 prove, 4,2%) rispetto al gruppo dei cavalli sportivi (23 prove, 18,0%) .

Il gruppo dei cavalli da diporto ha mostrato di avere maggiori prefenze (40 su 54 prove) rispetto ai cavalli sportivi (20 su 48 prove).

Lo studio non è stato in grado di definire le motivazioni individuali dei cavalli dietro alle scelte di aggirare o di saltare gli ostacoli.

I risultati del presente studio indicano però che i cavalli sportivi sono motivati ​​e disposti a saltare gli ostacoli più spesso di quanto lo siano i cavalli da diporto.

Tuttavia, l'apparente riluttanza dei cavalli in generale a continuare a saltare all'aumentare dell'altezza dell'ostacolo suggerisce che, in generale, molti cavalli potrebbero facilmente incontrare richieste eccessive (forzature) nello sport. Questo problema dovrebbe essere attentamente monitorato in termini di addestramento equino, competizione e benessere per la tutela del cavallo.

Referenze
To jump or not to jump? Strategies employed by leisure and sport horses
Aleksandra Górecka-Bruzdaa,*, Ewa Jastrze ̨bskab, Anna Muszynskab, Ewa Je ̨drzejewskab, Zbigniew Jaworski, Tadeusz Jezierski, Jack Murphy, Journal of Veterinary Behavior xx (2012) 1–8

Commenti offerti da CComment

Non riceviamo fondi pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Linkware e Charityware, sono cioè risorse che si possono condividere liberamente citando la fonte e che è gradita la donazione che ci permette di mantenere vivo il Network e adempiere agli scopi statutari con vari tipi di azioni.