Il 5xmille a Horse Angels

♥ Codice da inserire:

92169370928

A seguito di una serie di intrusioni e violenze su equini in proprietà private con cavalli in Francia, l'IFCE (istituto francese per i cavalli e l'equitazione) ha sviluppato delle linee guida anti intrusione che qui sono tradotte.

Telecamere per proteggere i cavalli?

La sistemazione di alloggio dei cavalli deve essere dotata di dispostivi anti intrusione, o anche telecamere, per monitorare il via vai nei locali e / o nelle stalle. Le telecamere a infrarossi per esterni, chiamate anche "da caccia" sono dotate di rilevatori di movimento, e sono utili nelle zone dove non c'è nessun altro al di fuori dell'orario di lavoro. Anche se inadatte alla sorveglianza dei box occupati dai cavalli, rappresentano già un primo ostacolo per le intrusioni di male intenzionati.

Telecamere di sicurezza

Dal mercato della sicurezza personale troviamo:

  • Telecamere diurne (circa 50 €) con feedback su uno schermo video, con capacità notturne spesso carenti o mediocri. Un proiettore IR esterno (circa 120 €) migliora la qualità dell'immagine notturna. Al contrario, alcune fotocamere consentono di ridurre la sovraesposizione in modalità notturna o tra giorno / notte.
  • Telecamere con connessione WiFi e / o Internet, alta definizione dell'immagine ed eventualmente motorizzazione (tra 150 e 300 €).

Le immagini catturate dalle telecamere della sorveglianza possono essere visionate in diretta su un monitor dedicato o su uno smartphone (tramite la rete wifi). La portata (senza ostacoli) tra la telecamera e lo schermo di controllo può arrivare fino a 1200 m. Molti modelli inviano notifiche SMS o MMS (MMS aggiunge un'immagine al messaggio) allo smartphone in caso di intrusione, eliminando la necessità di guardare costantemente il video.

Tipi di telecamere

► Ritorno dalla schermata video

L'accesso è permanente sullo schermo di controllo. Questi dispositivi sono utilizzati per box per cavalle in parto, cliniche veterinarie o trasporti e sembrano inadatti per il rilevamento delle intrusioni.

► Ritorno dallo smartphone

Questi modelli avvisano l'utente tramite notifiche sul proprio smartphone che gli chiedono di aprire l'applicazione in caso di intrusione. L'accesso alle informazioni (foto / video) dipende dalla qualità della ricezione in rete. Il video dell'incidente viene spesso registrato e inviato, così come una breve visione dal vivo (decine di secondi).

  • Modello connesso a smartphone: l'utente deve rimanere all'interno della copertura WiFi delle proprie strutture. Lo smartphone deve avere la ricezione WiFi e non essere già su un'altra rete (ad esempio la rete domestica).
  • Internet tramite la rete GSM: la telecamera dispone di un proprio chip GSM e comunica con lo smartphone tramite Internet tramite un'applicazione dedicata. Conta un consumo di dati di circa 500 MB / mese per le foto, 1 GB / mese per brevi video di 6 secondi in VGA. Consenti 5 GB / mese per risoluzioni più elevate.
  • Internet con una telecamera IP: la telecamera integra la propria connessione alla rete Ethernet o WiFi di una rete domestica. Alcune fotocamere "di fascia alta" (circa $ 250-300) dispongono di zoom e rotazione dell'obiettivo e offrono una qualità dell'immagine Full HD.
  • Una connessione radio (LORA): una connessione radio (LORA) con un'antenna può estendere la copertura a più di 5 km attorno all'Internet box. Con questa tecnologia possono essere utilizzati solo sensori di rilevamento senza foto.
  • Telecamere intelligenti: oltre al rilevamento del movimento, l'applicazione discrimina tra cavallo e intruso (uomo, cane, uccello, ecc.).

La qualità dell'immagine

 La qualità dell'immagine varia con il prezzo della telecamera per raggiungere il Full HD (1080 pixel), con lo svantaggio di influenzare la velocità di trasferimento delle immagini. Se l'obiettivo è il rilevamento di intrusioni entro un perimetro di pochi metri, è sufficiente una definizione VGA. Se stiamo cercando di analizzare la scena, è necessaria una buona risoluzione (Full HD), rimanendo entro distanze ragionevoli.

Considerando l'attuale copertura 4G e i piani Internet, la qualità dell'immagine e la scelta tra video e time lapse (un video è una sequenza di 25-50 frame / secondo, mentre il time lapse è una sequenza di foto distanziate di 30 secondi) è una questione di compromesso. Sebbene l'alta qualità sia utile per visualizzare la fauna selvatica, probabilmente non è adatta per la videosorveglianza.

La lunghezza focale della telecamera, e quindi l'angolo di campo che l'obiettivo della telecamera consentirà, è molto importante, soprattutto in un box per cavalli dove il muro non consente il rinculo. L'angolo di visione può essere fornito orizzontalmente o diagonalmente (120 ° è quindi 160 °); la tonalità non è sempre specificata dal produttore. Alcune telecamere offrono teste mobili (ma il rilevamento delle intrusioni sarà sempre effettuato con un unico orientamento) o una vista a 360 ° non sempre facile da analizzare.

La connessione

In modalità GSM le informazioni passano attraverso Internet. È necessario avere una buona ricezione (3G). La qualità della rete è un concetto importante da tenere in considerazione in campagna.

In modalità WiFi, gli impianti devono essere dotati della propria rete domestica, con:

  • Un modem e un trasmettitore WiFi (presenti su tutte le scatole dei provider di servizi Internet)
  • O una rete Ethernet cablata (in RJ45, massimo 80-100 m)
  • Oppure dispositivi PLC sulle prese elettriche (la rete elettrica tra la zona giorno e le scuderie deve essere la stessa; si tratta di una distanza massima di 90 m)

Data l'importanza delle scuderie professionali, la rete, sia Wi-Fi che Ethernet (cablata), deve essere accessibile su tutta la superficie. In Wi-Fi i ripetitori sono spesso necessari per estendere la copertura. Il cablaggio Ethernet può essere sostituito da scatole powerline all'interno della stessa rete elettrica. L'insieme è collegato alla rete telefonica dalla rete domestica e dal suo modem (il "rooter" dei provider Internet).

Notifiche di avviso

Le notifiche di allerta possono presentare falsi positivi legati ad animali (gatti, cani, uccelli, ecc.) che non è sempre facile distinguere da un particolare orientamento della telecamera (in elevazione) o dalla possibilità di limitare la superficie di rilevamento su una piccola area dell'immagine, come offrono alcuni modelli. In ogni caso, la rilevazione delle intrusioni è possibile solo su distanze di pochi metri (5-10 m) e dipende dalla qualità delle immagini.

Sebbene l'elettricità sia spesso presente in molte strutture, potrebbe esserci accesso di intrusi in stalle non attrezzate. Alcune fotocamere sono vendute con batterie (con alcuni fornitori, le batterie di qualità "fotografica" sono piuttosto costose) o batterie ricaricabili, la cui durata si riduce quando è richiesto il rilevamento permanente dei movimenti (meno di 3 mesi) . Spesso è utile attivare la telecamera solo di notte o quando i proprietari sono assenti per risparmiare il consumo della batteria.

I video possono essere archiviati sulla telecamera (scheda SD) o, per una maggiore sicurezza, sulla rete domestica o su un server esterno. Mentre alcuni fornitori offrono abbonamenti specifici integrati nell'offerta di abbonamento (offerta COHO ad esempio), molte offerte non includono la carta SIM o il costo dell'abbonamento. Quest'ultimo può diventare molto costoso con avvisi frequenti e visualizzazione di file video di alta qualità.

Protezione

In considerazione del particolare ambiente delle stalle, è necessario il grado di protezione IP55 contro la polvere e gli schizzi d'acqua. Sotto IP66, è necessario smontare la videocamera durante il lavaggio con un'idropulitrice.

La protezione antistrappo, come si trova nelle telecamere di sicurezza domestiche, non sembra essere offerta da fornitori di telecamere stabili dedicate.

Le protezioni “IP” non si applicano al freddo, che può alterare la durata effettiva delle batterie all'esterno. Le telecamere invece non sono disturbate dal caldo.

Telecamere dedicate al monitoraggio dei cavalli nel box

La telecamera da interni si distingue per le sue dimensioni ridotte. Sebbene tutti i suddetti tipi di telecamere possano essere utilizzati per il monitoraggio individuale dei cavalli nelle loro stalle, generalmente non hanno la capacità di differenziare un cavallo (in piedi / sdraiato) da un uomo per rilevare un' intrusione.

Una nuova tipologia di telecamera “smart” fornisce le funzioni precedentemente descritte per le telecamere di sorveglianza dedicate alla sicurezza, aggiungendo funzionalità specifiche alla sorveglianza dei cavalli nei box. Forniscono registrazioni per diverse ore (di notte ad esempio) in time lapse (video composto da riprese ravvicinate, ad esempio ogni minuto) e beneficiano della condivisione delle informazioni in modo che un responsabile della struttura possa accedere alle immagini di cavalli del cliente equipaggiati individualmente.

Date le piccole dimensioni di un box, la telecamera deve avere un grandangolo (> 120 °) per osservare il cavallo in tutte le direzioni. La posizione della telecamera deve essere giudiziosa in modo da non essere in controluce, indipendentemente dal sole e dall'ora del giorno.

La telecamera intelligente riprende il video quando la porta viene aperta o chiusa e attiva una notifica al proprietario. Un'impostazione può limitare le ore di sorveglianza. Quando un sensore porta è collegato alla telecamera, è necessario prestare particolare attenzione a quei parametri che richiedono una regolazione al fine di mantenere le informazioni affidabili.

Nel prossimo futuro, l'analisi automatica delle immagini dovrebbe consentire un rilevamento dettagliato di situazioni anomale, come l'intrusione o la fuga dell'animale piuttosto che un furto di cavalli . Queste funzionalità avanzate dovrebbero essere disponibili rapidamente sul mercato.

La connessione tra l'applicazione e la fotocamera viene generalmente effettuata tramite la rete GSM utilizzando una scheda SIM inserita nella fotocamera. Le telecamere possono essere collegate alla rete o alle batterie (batteria aggiuntiva dello smartphone) e possono essere spostate quando si portano i cavalli in competizione o per altri motivi.

Vigilanza esterna: maneggio, paddock e prati

In prossimità di installazioni rigide e di una superficie ragionevole, gli esempi citati per i cavalli scuderizzati sono adatti per recinti e paddock se le telecamere sono condizionate per lavorare all'aperto (resistenza alla pioggia e al freddo - IP66). Nelle stalle attive, la difficoltà sta nel numero di telecamere necessarie per coprire la superficie e ridurre gli angoli ciechi.

Le aree erbose sono più difficili da attrezzare, tenendo conto di:

  • La loro superficie in relazione alla portata effettiva delle telecamere nella visione notturna e alla qualità delle immagini nella visione diurna.
  • Numero di equini che possono nascondere un intruso.
  • Dall'altezza delle erbe, sterpaglie e alberi che circondano il prato.
  • La mancanza di elettricità.
  • Retroilluminazione, soprattutto all'inizio e alla fine della giornata.

È quindi possibile utilizzare altri sistemi.

Sensori

Oltre ai sensori di movimento che utilizzano le immagini della telecamera, ci sono sensori magnetici, ultrasonici o laser. Quest'ultimo richiede alimentazione da una presa elettrica, gli altri possono accontentarsi di batterie o batterie ricaricabili.

Rilevamento dell'apertura dell'ingresso al pascolo

  • Sistema di avviso e notifica remoto su Prochasse
  • L'apertura dell'ingresso attiva un messaggio SMS al proprietario sul proprio smartphone.

Esempio di TrapMaster a PROCHASSE: € 429 per due porte di ingresso, abbonamento annuale a € 22 e € 0,09 via SMS, gratis via email.

Infine il caso particolare del sistema LORA con un'ampia copertura e numerosi sensori (movimento, magnete, laser, ultrasuoni). È offerto da Octosystem, specializzato nello sviluppo di strumenti connessi e che ha sviluppato questa soluzione di allerta e deterrente su richiesta dell'utente. La tecnologia proposta è quella del LORA (onde radio) che permette di attrezzare strutture di oltre 5 km in aree urbane e 10 km circa in campagna. Ovviamente è possibile aggiungere un sistema video aggiuntivo, ma che non utilizzerà questa tecnologia. La LORA può armare diversi rilevatori (movimento, elettromagnete o laser a infrarossi) su porte, barriere, recinzioni, siepi, ecc. tramite software. Quando un rilevatore viene attivato, quest'ultimo invia un avviso al proprietario (SMS, chiamata o e-mail) e può anche attivare un sistema di deterrenza acustico e / o visivo.

Occorrono 2.500 euro per l'installazione di 3-4 sensori con collegamento alla piattaforma software. Quindi è possibile aggiungere sensori: conta 50 € per sensori di movimento ed elettromagneti e circa 450 € per laser a infrarossi (consente il rilevamento su una grande distanza di recinzione o siepe ad esempio). Sono possibili impostazioni per evitare di essere avvisati se un uccello o altro attraversa l'area di rilevamento.

Telecamere da "caccia"

Queste telecamere sono progettate per funzionare all'aperto: sono impermeabili, accettano connessioni GSM di bassa qualità e sono adatte per rilevare il movimento di persone o animali di grossa taglia. Funzionano a batteria. L'avviso viene inviato all'utente sul proprio smartphone da un'immagine in un MMS.

Saggiamente distribuite, le telecamere "da caccia" sono una proposta interessante data la loro capacità di resistere alle intemperie e il loro funzionamento in aree con poca copertura 4G. Ovviamente appendere un cartello che allerta il pubblico della presenza di telecamere riduce la sicurezza del dispositivo, ma ha un effetto deterrente.

Alcuni fornitori offrono batterie o pannelli solari per alimentare le telecamere.

Il rilevamento delle intrusioni, che non differenzia i cavalli dagli altri esseri viventi, può generare molti falsi allarmi. L'unica soluzione è posizionarlo in un passaggio accessibile solo all'uomo.

Estensori di rete

Tenendo conto delle dimensioni dei prati, i sistemi tramite rete Wifi o moltiplicando le telecamere GSM trovano rapidamente i loro limiti. Diventa quindi necessaria l'implementazione di estensori di rete.

Fotocamere intelligenti

Grazie all'analisi automatica dell'immagine, le telecamere sono in grado di differenziare un uomo da un cavallo o da un altro animale (gatto, cane, uccello, ecc.). Quindi inviano una notifica al proprietario e un'immagine dell'intrusione. Uno dei limiti potrebbe essere il numero di bersagli che l'algoritmo è in grado di identificare poiché di solito ci sono diversi cavalli in un prato. Poiché l'elaborazione delle immagini richiede risorse significative, se eseguita su uno smartphone, richiede una certa potenza e una buona durata della batteria. È spesso integrato nella telecamera se lo consente o su un server esterno con un grande flusso di dati.

Buono a sapersi

Alcuni fornitori offrono soluzioni complete (noleggio di telecamere e accesso alla rete GSM, come la società COHO) o abbonamenti che operano con telecamere consigliate, con il proprio chip GSM e alimentazione interna (batterie) a cui sarà necessario integrare il abbonamento telefonico (MyHorsewatcher).

Queste applicazioni informatiche si stanno evolvendo rapidamente e presto sul mercato dovrebbero apparire soluzioni di riconoscimento delle intrusioni ad alte prestazioni.

Raccomandazioni:

  • Eseguire il monitoraggio quotidiano dei cavalli nei prati;
  • Evitare di lasciare la cavezza quando l'animale è nel prato;
  • Se ne hai la possibilità, può essere presa in considerazione l'installazione di una piccola telecamera da esterno, alimentata con panello solare (costo approssimativo 80 euro);
  • Segnalare ai carabinieri locali eventuali comportamenti sospetti in prossimità dei pascoli (parcheggio di veicoli o presenza insolita di persone);
  • Se sei preoccupato per i fatti descritti, chiama anche i carabinieri, se c'è stata una intrusione non modificare niente per non inquinare l'indagine e sporgi denuncia il prima possibile.

Il pdf originale illustrato

Licenza di utilizzo delle risorse del sito Horse Angels ODV

***Tutte le risorse del sito Horse Angels ODV sono rilasciate con licenza Charityware. Significa che i documenti che si possono scaricare sono utilizzabili gratuitamente come risorse aperte, mentre è gradito che il visitatore che trova utile il nostro sito web ci supporti attraverso azioni dirette o indirette di beneficenza (donazione o 5x1000). Gli articoli sono rilasciati con licenza Linkware, significa che si possono condividere e anche citare riportando il link alla fonte Per i beni promozionali in cessione con spedizione al sostenitore, come i libri o le bomboniere solidali, vale la licenza Charityware, con donazione suggerita.

Non riceviamo sostegni pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR