Traduci

Italian English French Spanish

Motore di ricerca interno

Il 5xmille a Horse Angels

Codice da inserire:

92169370928

Finora non c'è stato alcun aiuto per i piccoli dell'ippica.

Eppure essi sono la maggioranza. Gli ippici sono divisi in grandi scuderie, con partita iva, e piccoli proprietari che hanno pochi cavalli e lavorano in ritenuta di acconto.

Essi rappresentano il 90% di tutte le scuderie. Cosa significa?

Le grandi scuderie, con partita iva, hanno avuto non solo accesso ai bonus di 600 euro per il mese di marzo per il Cura Italia, con la stessa misura per aprile e maggio nel Decreto Rilancio, ma hanno avuto anche la possibilità di accedere al Decreto Liquidità, con prestiti fino a 25mila euro, garantiti dallo stato.

I piccoli, ovvero i più bisognosi, non avendo partita iva, sono rimasti fuori da qualsiasi aiuto. Ancora peggio, sono rimasti invisibili persino nella loro stessa filiera, dove gli squali hanno preso tutti i posti disponibili di rappresentanza, e pur non avendo bisogno di particolari aiuti, anziché difendere i piccoli, hanno difeso a spada strenua la non redistribuzione del montepremi, sapendo bene che poi se lo andrebbero a vincere loro, lasciando nuovamente i piccoli, che poi sono quelli con i cavalli più deboli, a bocca asciutta.

La mancanza di solidarietà intra filiera è la cosa più assurda. In Francia le grandi scuderie, quelle ricche, sono state le prime a chiedere solidarietà per i più piccoli, e ci sono state iniziative sperequative.

La mancanza di provvidenza in Italia può spingere i piccoli a cercare di vivere, se non ci sono altri mezzi, di espedienti. Li getta nelle fauci di altri squali, le ippomafie.

Abbiamo una emergenza ora. Emergenza per tutti i piccoli proprietari, per gli allenatori, i guidatori e gli artieri.

Ci sono 17milioni euro di montepremi a cui attingere per misure di solidarietà intra filiera. Visto che i grandi non vogliono la redistribuzione, sapendo che quello è il loro paniere per le vincite, parte di quel montepremi andrebbe messo al sicuro subito per i più fragili, prima che siano fagocitati dalle ippomafie. L' aiuto può essere per tutti e se non ce ne è per tutti, deve esserci almeno per chi ha realmente bisogno. Chi non ne ha bisogno, può chiamarsi elegantemente fuori, con buona pace di tutti.

Horse Angels prega la Ministra Bellanova e il Sottosegretario L'Abbate di procedere per via diretta a redistribuire la parte di montepremi per le corse non recuperabili da calendario. Domani!

Lo chiediamo a nome del 90% degli ippici, gli invisibili, quelli di fatto privi di rappresentanza. Gli ultimi. E in quanto tali, come tanti indesiderati, reietti, negletti, ghettizzati, nessun altro rischia di filarseli purtroppo, tranne chi vorremmo non li toccasse proprio, le ippomafie, quelle sempre pronte ad approffittarsi della latitanza statale per tendere il braccio della piovra e avviluppare nell'oscurità.

Ti è piaciuto questo articolo? Metti un like o condividi, grazie.

Non riceviamo sostegni pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR