Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Approfondisci qui...

Ipotizzata una violazione delle regole del protocollo paliesco e maltrattamento di cavalli. 

I fatti risalgono al 2015. I cavalli da cui partì l'indagine furono poi esclusi dal correre il Palio di quell'edizione. 

I 4 imputati (accusati a vario titolo di falso ideologico per soppressione, violazione di sigilli e frode processuale, maltrattamento e uccisione di animali, commercio ed impiego di farmaci non consentiti) Luigi Bruschelli,  Enrico Bruschelli, detto Bellocchio, Sebastiano Murtas e Mauro Benedetti, tramite i loro legali, avevano chiesto che le parti civili non fossero legittimate a stare in giudizio: le associazioni animaliste per via dell’assenza di rapporti di territorialità col Palio di Siena, il Comune poichè i cavalli in questione non avrebbero di fatto poi partecipato al Palio.

Un processo che sta procedendo a rilento, dopo numerosi reinvii.

Sembrava che tutto andasse a decantare, quando nell'ultima udienza di questa settimana il colpo di scena

Ad essere ascoltata per la prima volta, come teste dell’accusa, Annarita Saltalamacchia, ex compagna di Luigi Bruschelli, che ha raccontato una versione contraria rispetto a quella sostenuta dalla difesa degli imputati. Secondo la testimone infatti, sia il veterinario che i fantini Luigi Bruschelli e Enrico Bruschelli sarebbero stati a conoscenza dello scambio dei cavalli.

Secondo la testimonianza potrebbero essere molti i cavalli scambiati anche in passato, oltre a Romantico Baio e Robinson. Testimonianza che potrebbe essere molto pesante per gli imputati, non è escluso che la procura possa aprire altre inchieste per il reato di scambio di cavalli che si allargherebbe così anche fuori da Siena. Increduli per quanto successo gli avvocati di Luigi ed Enrico Bruschelli, che avevano invitato la teste alla facoltà di non rispondere, in quanto ex convivente dell’imputato.

Per quando riguarda Sebastiano Murtas, altro imputato, la testimone non avrebbe fatto il suo nome tra coloro che erano a conoscenza dello scambio. La prossima udienza si svolgerà il 18 giugno quando, essendo finiti i testimoni da sentire, dovrebbe arrivare la sentenza finale.

La posizione dell'associazione Horse Angels, difesa in questo procedimento dall'Avv. Chiara Lombardo del Foro di Firenze, è semplice: Horse Angels non è pro o contro palii, ippica o qualsiasi altra disciplina in particolare, noi siamo per la legalità nel mondo del cavallo a 360°, e in particolare ci battiamo contro il doping e il maltrattamento dei cavalli e a favore della legalità negli impieghi dei cavalli.

Speriamo dunque che giustizia sia fatta nell'interesse collettivo.