Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Approfondisci qui...

E' di queste ore la notizia che contro le zanzare la Provincia di Oristano utilizzerà un piano di disinfestazione straordinario per proteggere tutti quanti, persone e animali, dalla febbre del Nilo occidentale. 

Anche la provincia di Sassari segnala casi di animali infetti. Il virus non attacca solo i cavalli, parte da infezione di uccelli migratori e attraverso zanzare vettori, infetta i mammiferi, tra cui l'essere umano.

42044664 2160982190818147 3967256721469997056 nUn cavallo è già morto a Sa Pramma, nell’agro di Oschiri, e due persone sono ancora ricoverate in ospedale dopo aver contratto la malattia.

L'infezione può colpire sia gli animali (in particolare i cavalli), sia gli esseri umani, ma la sintomatologia può essere lieve e dare solo un disturbo passeggero. I soggetti più a rischio di contrarre forme particolarmenti gravi di encefalite causate da questo virus, sono i soggetti anziani o già debilitati. 

La prevenzione attraverso appositi programmi di disinfestazione è sempre la strategia migliore. Possono poi essere messe in atto protezioni ulteriori, come le zanzariere e i vari sistemi per catturare o allontanare le zanzare, tenendo sotto controllo l'igiene, evitando la formazione di acquitrini e zone stagnanti dove si riproducono le larve.

Nei cavalli. Il virus viaggia attraverso la circolazione sanguigna fino a raggiungere il cervello e il midollo spinale, provocando un'encefalite con sintomi neurologici che possono essere gravi, per il cavallo la cura non solo è difficile - perché va presa per tempo - riconoscendo immediatamente i sintomi - ma molti proprietari la potrebbero considerare economicamente inopportuna, se per salvare il cavallo devono fargli fare un lungo periodo di ricovero in clinica senza la certezza che l'encefalite non lasci poi il cavallo con residui di problemi neurologici. 

Il virus si trasmette direttamente solo mediante le zanzare e non:

  • da cavallo a cavallo
  • da cavallo a persona
  • da persona a cavallo

Visto che per i cavalli la cura è costosa e difficile, la guarigione al 100% non scontata, essi possono essere protetti mediante la vaccinazione, che è fortemente raccomandata nelle zone a rischio che possono essere quelle paludose, con canneti, presenza di acque stagnanti, risaie. La vaccinazione va fatta prima dell'inizio della stagione delle zanzare. A stagione già iniziata, il cavallo può essere protetto con antiparassitari, e l'ambiente in cui vive trattato per mantenere l'igiene, prevenire la schiusa delle larve, evitando la formazione di acque putride e stagnanti che costituiscono l'habitat ideale per la proliferazione di zanzare. 

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?