Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Grecia - Isola di Santorini - Le autorità locali hanno deciso di dare protezione agli asini che trasportano i turisti dal porto al capoluogo dell’isola, Fira (o Thera), che si trova alcune centinaia di metri più in alto, in cima a una ripida salita.

La tratta viene offerta a soma d'asino, ma non tutti i turisti sono evidentemente d'accordo.

La decisione è giunta dopo le proteste di animalisti, al fine di evitare pubblicità negativa.

Stop allo sfruttamento: d’ora in poi ci sarà un regolamento per il trasporto turisti e loro bagagli assistito dagli asini.

Tra le misure annunciate figurano un orario massimo di lavoro, un carico massimo prefissato, il divieto di frustare gli asini, una tettoia ombreggiante nei momenti di pausa in attesa di turisti, l'acqua disponibile presso tali aree di sosta. Il tutto con sanzioni pecuniarie in caso di inosservanza.

La questione è esplosa dopo che sui social network si è diffuso un video in cui si vedeva il proprietario di un asino che lo percuoteva per spronarlo al servizio. Alcune associazioni animaliste si sono attivate e degli esponenti delle stesse hanno avuto scontri fisici - tafferugli - con i proprietari degli asini. 

A quel punto, onde evitare la degenerazione della cosa, le autorità locali hanno annunciato l'entrata in vigore di un regolamento protezionistico. 

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

CONCORSO LETTERARIO ED. 2019

Partecipa al concorso letterario annuale