Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Approfondisci qui...

Sara Morganti è diventata per la seconda volta campionessa del mondo nel paradressage.

E' successo ai Mondiali 2018 di equitazione, in corso di svolgimento a Tryon (USA).

L’azzurra ha conquistato la sua seconda medaglia d’oro della competizione nel freestyle in sella a Royal Delight.

Straordinaria la prestazione della paratleta che ha portato a 3 le medaglie d’oro dell’Italia a Tryon, un risultato mai raggiunto prima d’ora ai World Equestrian Games, in cui gli azzurri al massimo avevano conquistato un solo oro in passato.


Sull'atleta:

Cresciuta a Barga dove tuttora vivono i propri genitori, Giancarlo Morganti e Margaret Moore, è quarta figlia di sei. Inizia già in giovane età con lo sport e si avvicina al mondo dell'equitazione a tredici anni. Residente a Lucca, è affetta da sclerosi multipla (primariamente progressiva) dall'età di diciannove anni. Si è sposata nel 1998 con Stefano Meoli, anche lui appassionato di cavalli e conosciuto sette anni prima presso un centro dove entrambi praticavano equitazione in varie discipline (cross country, endurance e salto ostacoli). Dal 2005 inizia la sua carriera nell'attuale disciplina con eccellenti risultati.

Campionessa del mondo di equitazione, nella disciplina di paradressage freestyle, in carica grazie al titolo ottenuto il 29 agosto 2014 ai Mondiali di Caen, Dieci volte campionessa italiana, quattro volte salita sul podio di campionati europei, ha sfiorato il podio mondiale ai Mondiali di Lexington nel 2010 e ha ottenuto il quarto posto anche alle Paralimpiadi Londra 2012]. Alle olimpiadi Londra 2012 fa parte dell'Italia Team Samsung assieme ad atleti come Valentina Vezzali, Aldo Montano, Tania Cagnotto.

Interviene come testimonial, su invito di Matteo Trefoloni, al Raduno Arbitri di Calcio AIA FIGC della Toscana a San Vincenzo (LI)[

Viene proiettata una sua video-intervista di 15 minuti sia al raduno Arbitri AIA FIGC regionali Toscani presso la sede UEFA a Nyon, Svizzera, in presenza di Matteo Simone Trefoloni e Fabio Bresci, che allo Stage Interregionale Arbitri Calcio a 5 a Jesolo.

Vince il Pegaso per lo Sport 2014, titolo di atleta toscana dell'anno istituito dalla Regione Toscana.

Ricevuta dal Presidente della Repubblica il 22 settembre 2014.

Eletta atleta paralimpica del mondo del mese di settembre 2014 "Athlete of the Month September 2014" con il 41% dei voti superando l'inglese Jeannette Chippington (16% campionessa del mondo di paracanoa) e altri atleti di varie discipline.

A dicembre 2014 nasce l'Associazione "Gli Amici di Sara", diventata ONLUS nel gennaio 2015, con sede a Prato, che si pone l'obiettivo di aiutare atleti paralimpici.

Riceve il premio San Cristoforo d'Oro 2014 quale massimo riconoscimento conferito dal comune di Barga.

Ad agosto 2015 e ad aprile 2016 è prima nel Ranking Mondiale FEI nel Paradressage con 1633 punti sopravanzando l'austriaco Pepo Puch e l'inglese Lee Pearson Mbe Obe.

Il Coni le assegna la Medaglia d'Oro al valore atletico.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere con 110 e lode presso l'Università di Pisa.