Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish
Nei giorni scorsi al Porto di Civitavecchia, una complessa attività di controllo, che ha visto in campo i funzionari degli Uffici Dogane e Monopoli (ADM) di Brescia e Civitavecchia, in collaborazione con la Polizia Stradale di Ladispoli, i Carabinieri Forestali di Civitavecchia e le strutture sanitarie locali, ha consentito di intervenire a salvaguardia del benessere di alcuni cavalli che stavano per essere trasportati via mare in Africa.
Le autorità hanno fermato il trasportatore che si accingeva a effettuare il trasbordo di 4 cavalli da corsa dal proprio mezzo – trovato inadeguato al benessere animale – a uno di dimensioni più ridotte da usare per l’imbarco.
Gli animali, a causa dell’assenza di strutture idonee nel Porto di Civitavecchia – nonostante sia uno dei due porti in Italia individuati dal Ministero della Salute come punto di controllo – sono stati trasferiti per alcuni giorni in un centro ippico locale. Solo nella settimana successiva i cavalli sono stati sistemati su un mezzo che aveva tutte le autorizzazioni e le caratteristiche previste dalla normativa vigente per il trasporto. A carico del trasportatore sono state disposte sanzioni amministrative per complessivi 15.000 euro.

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

Pubblica il tuo manoscritto con Horse Angels!

Partecipa al concorso letterario annuale