Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

L'arcivescovo Domenico Caliandro è caduto da cavallo durante la processione del Corpus Domini a Brindisi il 3 giugno ultimo scorso. La tradizione prevede che Gesù Eucarestia venga portato dall'Arcivescovo con un cavallo parato, una tradizione che regge fin dal 1254.

Il vescovo di Brindi e Ostuni è stato ricoverato in ospedale, e data anche l'età, la ripresa dalla convalescenza dopo le costole rotte non è stata semplice. Tanto che sul prossimo Corpus Domini c’è già un punto fermo, è evidente che monsignor Caliandro non salirà più a cavallo. «Ho ricevuto un ammonimento da parte dei vescovi che si sono riuniti per l’occasione – rivela al Quotidiano di Puglia– ritengono che sia giunta l’ora di abolire questa tradizione. Per quanto mi riguarda con i miei consiglieri studierò una forma alternativa magari utilizzando una carrozza o un calesse e se non sarà possibile porterò il Santissimo a piedi come si fa in tutte le altre città».

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

CONCORSO LETTERARIO ED. 2019

Partecipa al concorso letterario annuale