Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Codice 92169370928

Il 20 giugno scorso avevamo pubblicato un articolo sul lutto nel mondo del trotto pugliese, stretto attorno alla famiglia di A.P., 20enne di Porto Cesareo (LE), ritrovato senza vita all’alba nell'allevamento di cavalli da trotto della famiglia.

Il corpo era stato trovato dal padre, vicino ad alcuni arbusti, all'interno dell'allevamento dei cavalli, quando non c'era più nulla da fare, ma in circostanze misteriose perché il fucile con il quale si sarebbe sparato pare non fosse presente sul posto.

Il pm Cannarile, per sciogliere ogni dubbio, aveva chiesto l'autopsia.

Sul profilo facebook dell'ippodromo di Taranto erano apparse le sentite condoglianze degli ippici pugliesi alla famiglia per la morte del giovane.

E' di oggi la notizia che l’ipotesi di reato per cui si procede di ufficio è istigazione al suicidio a carico di ignoti. I familiari del ragazzo risultano “parti offese” nel procedimento.

Il pubblico ministero Giovanna Cannarile, nelle scorse ore, ha conferito l’incarico al consulente informatico Silverio Greco. Il perito dovrà estrapolare ed esaminare il contenuto di due IPad e del telefonino, già posti sotto sequestro dopo la tragedia, entro il termine fissato di 30 giorni. L’ipotesi di reato per cui si procede di ufficio è istigazione al suicidio a carico di ignoti.

Sebbene sembra acclarata l’ipotesi del gesto estremo, la Procura intende verificarne le cause ed eventualmente capire chi o cosa possano avere indotto un giovane di 20 anni che non pareva avere particolari problemi a togliersi la vita. Dunque, l’analisi del materiale informatico utilizzato dal ragazzo (telefonate, messaggi, fotografie etc.) potrebbe aiutare a fare chiarezza sulla vicenda.

Considera un sostegno alla nostra missione