Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Codice 92169370928

Trafficanti di uomini che operano con camion apparentemente per il trasporto di cavalli da corsa.

I carabinieri di Riccione hanno scoperto, in un'indagine portata avanti con la polizia ellenica, una tratta di esseri umani tra Grecia e Italia.

I carabinieri hanno dato esecuzione ad un Mandato di Arresto Europeo emesso a carico di un cittadino di origine pakistana residente in Grecia, ritenuto responsabile dei reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e soppressione di cadavere, connessi al ritrovamento di un corpo in avanzato stato di decomposizione occultato all’interno del canale di raccolta delle acque piovane in località Montalbano nel comune di San Giovanni in Marignano del 7 settembre dello scorso anno.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, il giovane ha mandato un messaggio mentre si trovava nascosto in un angolo di un van per il trasporto di paglia destinata ai cavalli delle corse. Ma l'ossigeno era poco e, sentendosi male, Hussain ha mandato all'uomo che lo stava trasportando in Italia quel messaggio. Da chiarire se il 33enne lo abbia sentito troppo tardi o lo abbia ignorato, tuttavia secondo i carabinieri una volta arrivato a destinazione e preso dal panico ha portato il cadavere - dopo averlo spogliato ed essersi impossessato del cellulare - in un fosso dove è stato trovato circa due settimane dopo l'accaduto. 

La svolta delle indagini c'è stata grazie ai parenti del giovane che, saputa la notizia del cadavere trovato in Italia e non avendo più notizie del giovane, si sono messi in contatto con le autorità italiane alle quali hanno raccontato che Hussain aveva pagato due persone cinquemila euro per l'organizzazione del viaggio. I due - secondo gli investigatori - operavano nel trasporto dei cavalli da corsa e nascondevano gli immigrati nel van per cavalli.

L'ultimo viaggio del giovane pakistano era partito il 25 agoso 2018. Il dna e i riscontri dei parenti hanno confermato l'identità della vittima. Grazie al numero di cellulare sono state tracciate le telefonate del giovane e i contatti con i presunti trafficanti di uomini. 

Considera un sostegno alla nostra missione