Traduci

Italian English French Spanish

Motore di ricerca interno

Il 5xmille a Horse Angels

Codice da inserire:

92169370928

Le corse in Gran Bretagna non riprenderanno prima di maggio, dopo una rocambolesca escalation di reazione alla pandemia di Covid19 da parte della British Horse Authority. Dall'immunità di gregge alla serrata, con l'amministratore delegato Nick Rust che ammette che le autorità non sono sicure di quando potranno riprendere le corse.

Le partite di Taunton e Wetherby di martedì 17 marzo 2020 sono state le ultime prima della chiusura dei battenti, provvedimento che durerà almeno fino alla fine di aprile.

Nello sport inglese gli annullamenti di massa e i rinvii hanno caratterizzato la settimana a causa dell'impatto del Covid-19. Attualmente, 1.950 persone sono risultate positive al nuovo Coronavirus nel Regno Unito, con 50.442 test effettuati e 71 decessi registrati.

La Gran Bretagna fa del sincerismo, alle volte crudo, una ragione di stile. E quindi non ha illuso gli ippici di una ripresa a breve, dando loro modo di riorganizzarsi per la miglior sopravvivenza.

Altri paesi in Europa hanno preso la medesima decisione di chiudere temporaneamente gli ippodromi, non tutti con eguale realismo sulle prospettive della stagione 2020 di corse.


In Italia non è ancora stato comunicato agli ippici, come a nessuna altra categoria del mondo dei cavalli, dove il precariato è diffuso, se ci sarà una ripresa delle attività - a porte chiuse - dopo il 3 di aprile.

Da noi va di moda dare le informazioni un pizzico alla volta, sminuendo o drammatizzando alla giornata, perché nella confusione generale è difficile poi parlare di negligenze e responsabilità. Così le mascherine non servivano, quando invece non ce n'erano e quindi era inutile angosciarsi per averne una. Salvo che sarebbe stato meglio dire che non c'erano, qualcuno se la sarebbe costruita in casa. Poco efficace forse la mascherina artigianale? Non è detto, in ogni caso le persone avrebbero apprezzato a posteriori la sincerità nella comunicazione, che significa anche godere del rispetto di chi prende le decisioni sulla pelle di noi cittadini. La narrazione edulcorata della realtà si fa ai bambini e agli sciocchi, a coloro cioè che non sono all'altezza di capire. Gli italiani meriterebbero più considerazione.

Ma viviamo in un paese dove il "sincerismo" è visto come un difetto. Nulla è più complicato della sincerità, diceva Pirandello, l'ultimo grande esponente del sincerismo italiano e Premio Nobel per la letteratura nel 1934.

Attualmente, una buona dose di realismo permetterebbe agli ippici di organizzare un piano B, di mutua assistenza oltre che di assistenzialismo, fatto salvo le quote dovute e arretrate dei pagamenti dei premi ancora non incassati, insomma una boccata di ossigeno per programmarsi meglio la vita nei prossimi mesi. Ma si preferirà illudere che tra qualche settimana tutto possa tornare come prima, per poi cogliere l'occasione di scaricare la colpa sugli italiani, soliti anarchici, che non hanno obbedito sufficientemente agli ordini di quarantena, quando si dovrà dare la mazzata della proroga della chiusura di tutti gli sport, ippica inclusa, in risposta della pandemia Covid19.

Horse Angels chiede agli allevatori ippici, per intanto, visto che a noi il sincerismo piace, anche se finora è sempre andato a detrazione delle risorse di cui disponiamo, di NON coprire le cavalle in questa stagione. Non ci sono elementi per essere ottimisti e pensare a una ripresa del mondo delle corse al 3 di aprile. Aspettate a coprire le cavalle almeno di avere la garanzia per iscritto - con data certa - della riapertura ippodromi per corse a porte chiuse, per non creare vittime equine supplementari, il cui valore della carne sarebbe comunque una perdita economica rispetto ai costi di allevare.

Ti è piaciuto questo articolo? Metti un like o condividi, grazie.

Non riceviamo sostegni pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR