Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Approfondisci qui...

Splendida serata di apertura della kermesse “Cavalli sotto il Vulcano”, che si è svolta a Linguaglossa (CT) nei giorni 4, 5 e 6 agosto.  La seconda edizione del Premio “Cavallo di Lava” ideato e presentato da Francesco Coppa, si è svolta

tra musiche e danze in una cornice di centinaia di spettatori entusiasti, presso il suggestivo cortile della Casa San Tommaso, un antico convento, gremito di pubblico.

L’evento ha anche rappresentato una vera e propria “Notte degli Oscar” dove molti erano gli Ospiti di eccezione, definiti “Eccellenze dell’Arte Equestre” e tra questi la “scrittrice degli animali” Amelia Impellizzeri, nata a Como ma da anni residente a Catania, già Premio Braille 2012, alla quale è stato consegnato l’illustre riconoscimento siciliano per il suo romanzo “Il richiamo del vento” ed. D&M 2016, già vincitore dell’edizione 2016 “Voci per i cavalli” di Horse Angels sez. editi e Menzione Speciale al Festival Cinema e Libri di Roma ed. 2016.

Tratto da  fatti realmente accaduti, il romanzo svolge in modo commovente e avvincente la storia della straordinaria amicizia tra un cavallo, reduce da un furto e da maltrattamenti, e un bambino divenuto autistico per gravi tragedie familiari.

Cogliamo l'occasione per intervistare l'autrice, Amelia Impellizzeri.

Amelia, bentornata su Horse Angels, raccontaci un pò di chi sei, in pillole.

---   Sono nata a Como. Malgrado un trasferimento a Catania (dove abito ormai da anni), resto legatissima al mio lago e ai monti, che considero il mio ambiente connaturale e al quale sento di appartenere spiritualmente.

Come hai conosciuto i cavalli?

--- I cavalli, come tutti gli animali (in culla ero con il gattino Til)  sono sempre stati parte di me; provengo da una famiglia che li ama e rispetta per tradizione etica e familiare, mia nonna paterna guidava spericolatamente un calessino con un cavallo amatissimo, e io stessa ho imparato già a sette anni a cavalcare un bisbetico mulo di campagna, mio primo amore. Da lì passare ai cavalli era logico e naturale…

Come sei diventata scrittrice?

--- Sono diventata scrittrice, affermandomi presto e ricevendo riconoscimenti prestigiosi come il Premio Braille 2012, solo da pochissimi anni,  mi hanno definito “la scrittrice degli animali”,  e tutto è accaduto in modo singolare, in virtù di coincidenze stranissime e quasi incredibili. Per farla breve, non solo non avevo ambizioni letterarie, ma addirittura rifiutavo assolutamente di scrivere persino un semplice diario.

E invece è stato proprio un cavallo a guidarmi a diventare scrittrice, –  la loro scrittrice – misteriosamente e fatalmente, seguendo il filo di un grande Sogno Precognitivo che ha scandito varie tappe di lunghi e sofferti anni della mia vita, puntualmente verificatesi con precisione stupefacente, e non ancora concluso.

Quanti libri hai pubblicato ad oggi?

 --- Al momento ho pubblicato quattro libri, 3 di racconti animali, e un romanzo pluripremiato.  Altri 2 romanzi usciranno dopo l’estate. Precisamente:

Un primo libro di racconti veri a lieto fine di animali è uscito nel 2010, esaurendo subito la tiratura di mille copie, al quale  è seguito un secondo analogo per contenuto, pubblicato col gruppo Ugo Mursia, nel 2011 (I nostri amici narrano altre storie).

Alla fine nel 2015, in dicembre, esce I nostri amici cantastorie – Green Hill eroismo e libertà,  che diventa subito un Best  Seller di Amazon, entrando nella TOP 100 e mantenendosi sino ad oggi tra i più venduti in classifica, tradotto in tedesco e presentato in maggio 2017 a 350 studenti di varie scuole di Garmisch -Partenkirchen in Baviera.

Nel maggio 2016 esce con  D&M (David and Matthaus, editore indipendente di primaria importanza collegato direttamente al mondo del cinema) Il richiamo del vento, vincitore del Premio letterario internazionale “Voci per i cavalli 2016” di Horse Angels e Menzione Speciale nel Premio letterario del “Festival Cinema e Libri” di Roma  ed. 2016. Per questo romanzo l’autrice, il 4 agosto c.a. riceve anche l’illustre riconoscimento del Comune di Linguaglossa (CT)  “Cavallo di Lava alle Eccellenze dell’Arte Equestre” nel contesto della kermesse equestre “Cavalli sotto il vulcano” ed. 2017.

I tuoi prossimi progetti?

--- Due nuovi romanzi in prossima uscita.

A brevissimo, con l’apertura delle scuole, sono in attuazione a livello locale, regionale e nazionale, alcuni importanti progetti letterari animalisti basati sui miei libri nelle scuole, patrocinati dal Centro Scuola Cani Guida per Ciechi Helen Keller di Messina e Polo di Autonomia Nazionale.

In prossima uscita, subito dopo l’estate, il romanzo patrocinato dal Centro Helen Keller citato, “Storia di un bambino e di un cane guida – inseguendo l’arcobaleno”.

E sempre dopo l’estate, in uscita “la danza di Fjord” storia di una ragazza e di un’aquila dolomitica i cui destini s’intrecciano fatalmente, con prefazione del Presidente LIPU BIRDLIFE  Fulvio Maimone Capria e foto di copertina e interni di aquile, per gentile concessione di Michele Mendi, fotografo LIPU. 

Scrivere è la tua unica professione?

--- Nonostante io sia avvocato e abbia lavorato sia come libera professionista, che in ambito amministrativo col Teatro Stabile di CT, ho abbandonato questa strada e lavoro ormai stabilmente solo in campo letterario, stante il successo ottenuto e i progetti e collaborazioni di rilievo in corso.

Grazie Amelia per il tempo che ci hai dedicato e zoccolo duro per ancora tante future cavalcate letterarie.