Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Splendida serata di apertura della kermesse “Cavalli sotto il Vulcano”, che si è svolta a Linguaglossa (CT) nei giorni 4, 5 e 6 agosto.  La seconda edizione del Premio “Cavallo di Lava” ideato e presentato da Francesco Coppa, si è svolta

tra musiche e danze in una cornice di centinaia di spettatori entusiasti, presso il suggestivo cortile della Casa San Tommaso, un antico convento, gremito di pubblico.

L’evento ha anche rappresentato una vera e propria “Notte degli Oscar” dove molti erano gli Ospiti di eccezione, definiti “Eccellenze dell’Arte Equestre” e tra questi la “scrittrice degli animali” Amelia Impellizzeri, nata a Como ma da anni residente a Catania, già Premio Braille 2012, alla quale è stato consegnato l’illustre riconoscimento siciliano per il suo romanzo “Il richiamo del vento” ed. D&M 2016, già vincitore dell’edizione 2016 “Voci per i cavalli” di Horse Angels sez. editi e Menzione Speciale al Festival Cinema e Libri di Roma ed. 2016.

Tratto da  fatti realmente accaduti, il romanzo svolge in modo commovente e avvincente la storia della straordinaria amicizia tra un cavallo, reduce da un furto e da maltrattamenti, e un bambino divenuto autistico per gravi tragedie familiari.

Cogliamo l'occasione per intervistare l'autrice, Amelia Impellizzeri.

Amelia, bentornata su Horse Angels, raccontaci un pò di chi sei, in pillole.

---   Sono nata a Como. Malgrado un trasferimento a Catania (dove abito ormai da anni), resto legatissima al mio lago e ai monti, che considero il mio ambiente connaturale e al quale sento di appartenere spiritualmente.

Come hai conosciuto i cavalli?

--- I cavalli, come tutti gli animali (in culla ero con il gattino Til)  sono sempre stati parte di me; provengo da una famiglia che li ama e rispetta per tradizione etica e familiare, mia nonna paterna guidava spericolatamente un calessino con un cavallo amatissimo, e io stessa ho imparato già a sette anni a cavalcare un bisbetico mulo di campagna, mio primo amore. Da lì passare ai cavalli era logico e naturale…

Come sei diventata scrittrice?

--- Sono diventata scrittrice, affermandomi presto e ricevendo riconoscimenti prestigiosi come il Premio Braille 2012, solo da pochissimi anni,  mi hanno definito “la scrittrice degli animali”,  e tutto è accaduto in modo singolare, in virtù di coincidenze stranissime e quasi incredibili. Per farla breve, non solo non avevo ambizioni letterarie, ma addirittura rifiutavo assolutamente di scrivere persino un semplice diario.

E invece è stato proprio un cavallo a guidarmi a diventare scrittrice, –  la loro scrittrice – misteriosamente e fatalmente, seguendo il filo di un grande Sogno Precognitivo che ha scandito varie tappe di lunghi e sofferti anni della mia vita, puntualmente verificatesi con precisione stupefacente, e non ancora concluso.

Quanti libri hai pubblicato ad oggi?

 --- Al momento ho pubblicato quattro libri, 3 di racconti animali, e un romanzo pluripremiato.  Altri 2 romanzi usciranno dopo l’estate. Precisamente:

Un primo libro di racconti veri a lieto fine di animali è uscito nel 2010, esaurendo subito la tiratura di mille copie, al quale  è seguito un secondo analogo per contenuto, pubblicato col gruppo Ugo Mursia, nel 2011 (I nostri amici narrano altre storie).

Alla fine nel 2015, in dicembre, esce I nostri amici cantastorie – Green Hill eroismo e libertà,  che diventa subito un Best  Seller di Amazon, entrando nella TOP 100 e mantenendosi sino ad oggi tra i più venduti in classifica, tradotto in tedesco e presentato in maggio 2017 a 350 studenti di varie scuole di Garmisch -Partenkirchen in Baviera.

Nel maggio 2016 esce con  D&M (David and Matthaus, editore indipendente di primaria importanza collegato direttamente al mondo del cinema) Il richiamo del vento, vincitore del Premio letterario internazionale “Voci per i cavalli 2016” di Horse Angels e Menzione Speciale nel Premio letterario del “Festival Cinema e Libri” di Roma  ed. 2016. Per questo romanzo l’autrice, il 4 agosto c.a. riceve anche l’illustre riconoscimento del Comune di Linguaglossa (CT)  “Cavallo di Lava alle Eccellenze dell’Arte Equestre” nel contesto della kermesse equestre “Cavalli sotto il vulcano” ed. 2017.

I tuoi prossimi progetti?

--- Due nuovi romanzi in prossima uscita.

A brevissimo, con l’apertura delle scuole, sono in attuazione a livello locale, regionale e nazionale, alcuni importanti progetti letterari animalisti basati sui miei libri nelle scuole, patrocinati dal Centro Scuola Cani Guida per Ciechi Helen Keller di Messina e Polo di Autonomia Nazionale.

In prossima uscita, subito dopo l’estate, il romanzo patrocinato dal Centro Helen Keller citato, “Storia di un bambino e di un cane guida – inseguendo l’arcobaleno”.

E sempre dopo l’estate, in uscita “la danza di Fjord” storia di una ragazza e di un’aquila dolomitica i cui destini s’intrecciano fatalmente, con prefazione del Presidente LIPU BIRDLIFE  Fulvio Maimone Capria e foto di copertina e interni di aquile, per gentile concessione di Michele Mendi, fotografo LIPU. 

Scrivere è la tua unica professione?

--- Nonostante io sia avvocato e abbia lavorato sia come libera professionista, che in ambito amministrativo col Teatro Stabile di CT, ho abbandonato questa strada e lavoro ormai stabilmente solo in campo letterario, stante il successo ottenuto e i progetti e collaborazioni di rilievo in corso.

Grazie Amelia per il tempo che ci hai dedicato e zoccolo duro per ancora tante future cavalcate letterarie.

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

CONCORSO LETTERARIO ED. 2019

Partecipa al concorso letterario annuale