Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Certamente. Cavalli uccidono persone, più involontariamente che altro, disarcionandole, colpendole.

Può capitare, quasi mai il cavallo ha voluto farlo con intenzione.

I cavalli sono animali grandi e potenti. L'equitazione è uno sport difficile. A+B=sport tendenzialmente pericoloso.

Questo è il motivo per cui occorre rispettare e avere timore dei cavalli, non sottovalutare l'aspetto di apprendere le competenze attraverso appositi corsi nelle scuderie e maneggi qualificati, nonché l'importanza delle pratiche e dispositivi per la sicurezza, come il caschetto ad esempio.

In particolare, anche chi non cavalca è a rischio. Occorre essere consapevoli del fatto che i cavalli hanno un punto cieco dietro di loro, e che trovandocisi, può succedere che calciando feriscano, o uccidano, anche se il loro obiettivo era allontanare una mosca, non fare del male all'essere umano che in quel momento era nel posto sbagliato.

I cavalli poi, sono spesso allevati allo scopo di aumentarne la potenza muscolare per un impiego sportivo o l'altro, e se sono impegnati in attività agonistiche, possono essere ferrati, il che aggraverebbe i danni del colpo benché casuale e non volontario. 

Possono essere paurosi, nevrili, e non di rado tenuti senza riguardo delle loro libertà etologiche, dunque quando possono permettersi una libertà di movimento, ne sentono il bisogno e si sfogano, mettendo a rischio se stessi e chi cerca di governarli.

Possono prendere la mano, sfuggire, travolgere persone nella loro fuga.

Detto questo, i cavalli a disposizione del pubblico, ad esempio per imparare l'equitazione, sono di solito buoni e prevedibili, appositamente educati per avere a che fare con principianti. Se i cavalli sono abituati al contesto in cui vivono, alle persone che se ne occupano, se tenuti in adeguata cura, alimentati correttamente e movimentati il giusto, non rappresentano particolare rischio.

Ma le cose possono accadere al di là delle loro intenzioni e di quelle di chi li attornia. Quindi le precauzioni non sono mai troppe con i cavalli.

Scegliere il cavallo giusto

SalvaSalva

SalvaSalva

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

CONCORSO LETTERARIO ED. 2019

Partecipa al concorso letterario annuale