Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Approfondisci qui...

Roberto Finzi, partendo dalla definizione che dell'animale dà l'Enciclopedia Illuminista, analizza la figura dell'asino nella cultura occidentale.

Perché l'asino, tradizionale punto di forza delle economie povere, simbolo di umiltà e pazienza, è associato, nel linguaggio comune, alla testardaggine o all'ignoranza? Roberto Finzi, partendo dalla definizione che dell'animale dà l'Enciclopedia Illuminista, analizza la figura dell'asino nella cultura occidentale, dai testi letterari più antichi, come il romanzo di Apuleio, al "Sogno di una notte di mezza estate" di Shakespeare, dalle novelle di Verga alla "Fattoria degli animali" di Orwell, spaziando fino ai Vangeli e alle raffigurazioni dell'iconografia medievale e moderna.

Ambiguo, ambivalente, benefico, demoniaco, potente e umile, sapiente e ignorante, laborioso e pigro. Povero asino. Ridotto a un simbolo (positivo e negativo), vituperato ed esaltato, protagonista suo malgrado di decine di favole, storie, tradizioni, perfino culti. Una rockstar del bestiario che gode di cattiva fama e ampia letteratura. Da Apuleio al Sogno di una notte di mezza estate, dalla Fattoria degli animali ai Vangeli. Millenni e pregiudizi analizzati da Roberto Finzi in un volume colto e divertente: Asino caro. O della denigrazione della fatica:  esegesi del rapporto tra l’uomo e uno degli animali più utili e utilizzati nel corso della storia. 

IL LIBRO

  • Titolo: Asino Caro
  • Autore: Roberto Finzi
  • Editore: Bompiani
  • Data di pubblicazione: 2017
  • Pagine: 272 p., Brossura
  • Euro 13,00

L'AUTORE

Roberto Finzi 994x1024

Laureatosi in filosofia all'Università di Bologna nel 1964, ha poi insegnato nelle Università di Ferrara, Trieste e Bologna. Autore di circa 150 lavori scientifici, ha pubblicato con alcune fra le maggiori case editrici italiane e in numerose riviste italiane e straniere. Ha inoltre collaborato a diverse testate giornalistiche fra cui Rinascita, L'Unità, Il manifesto, Il piccolo, Il Corriere della Sera. Suoi lavori sono stati editi, oltre che in Italia, in Argentina, Belgio, Brasile, Cina, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Spagna, Stati Uniti. È stato tra i fondatori di Storia del pensiero economico e di Passato e presente.

Rivista di storia contemporanea. Suoi campi di lavoro sono la storia dell'agricoltura, dell'agronomia, delle condizioni di vita nelle campagne fra XVII e XX secolo; la storia dell'ambiente, con particolare attenzione alla vicenda del clima in età moderna: la storia del pensiero economico, con particolare riferimento al secolo XVIII; la storia del pensiero e del movimento socialista; la storia dell'antisemitismo e della "questione ebraica"; la storia della persecuzione antiebraica in Italia; la storia delle città e delle regioni italiane; la didattica della storia.