Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

A distanza di un solo anno (12.9.16) dalla sentenza di primo grado, la Corte di Appello di Napoli, V sezione, Presidente Magistrato Maurizio Stanziola, in data 05.12.17, con sentenza 657/2017 RG, conferma le condanne inflitte ai responsabili delle corse clandestine, art 544 quinquies c.p. e anche di doping a danno dei cavalli coinvolti.

La pena, inflitta ad esponenti del clan Marotta e Di Domenico, con affiliazioni al Clan Moccia, consiste in un totale di più di 15 anni di reclusione, € 40.000,00 di multa ed € 20.000,00 di risarcimento per Horse Angels, costituita parte lesa.

L’Avv. Laura Mascolo, difensore Horse Angels: “Sono molto contenta che si sia arrivati ad una definizione piena e veloce delle responsabilità di chi, in disprezzo della vita animale e del loro benessere, usa i cavalli per solo fini economici e illeciti. Nelle intercettazioni, infatti, si legge che si "utilizzava un cavallo che, se "non preparato", non vinceva nulla: "il cavallo..., dice lo S., quello ha quattro anni e se ne va, però quattro, cinquecento metri il barbiere gli fa uscire il sangue da tutte le parti..." - "Il cavallo di S. o se non lo bombardi...non cammina...se non va un poco V. là, e vede quello che deve fare, il cavallo non cammina mai."utilizzava un cavallo che, se "non preparato", non vinceva nulla: "il cavallo..., dice lo S., quello ha quattro anni e se ne va, però quattro, cinquecento metri il barbiere gli fa uscire il sangue da tutte le parti..." - "Il cavallo di S. se non lo bombardi...non cammina...se non va un poco V. là, e vede quello che deve fare, il cavallo non cammina mai."

Speriamo che questa sentenza esemplare, finalmente un procedimento giudiziario per corse clandestine che non sembra destinato alla prescrizione, aiuti l'ippica a superare quell’aridita’ che sembra renderla indifferente a certe derive di impiego del cavallo. 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Riproduzione consentita citando la fonte

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

CONCORSO LETTERARIO ED. 2019

Partecipa al concorso letterario annuale