Traduci

Italian English French Spanish

Motore di ricerca interno

Il 5xmille a Horse Angels

Codice da inserire:

92169370928

L’indagine è partita nel 2015 a Siena, per sostituzione di microchip a cavalli che avrebbero dovuto correre il Palio.

Dell'indagine di allora c'è già una sentenza di primo grado che condanna un veterinario e un fantino storico per falso in atto pubblico. E' atteso l'appello.

Intanto le indagini non solo continuano, ma si sono allargate a macchia d'olio alla ricerca di presunti cavalli scomparsi di razza anglo arabi sardi a cui sarebbero stati estratti microchip per infilarli a purosangue inglesi, per eludere così il regolamento sulle manifestazioni storiche che impiegano equidi che vieta, per ragioni di sicurezza, l'iscrizione dei purosangue, cavalli più veloci ma anche più soggetti a incidenti su percorsi non lineari di corsa.

E' così che l'indagine è approdata in Sardegna, patria di allevamento degli anglo arabi sardi, cavalli privilegiati per i palii.  Numerose persone avrebbero ricevuto in questi giorni una informativa da parte dei carabinieri come «persone a conoscenza di fatti». Destinatari della missiva notificata dai militari della Compagnia di Macomer, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Siena, sono stati allevatori di cavalli che risiedono in  paesi del centro Sardegna e che in passato hanno venduto cavalli di razza angloarabosarda alle scuderie del continente, in modo particolare a fantini e contrade per le manifestazioni storiche che impiegano equidi in Toscana.

Ovviamente ciò non significa che gli allevatori fossero a conoscenza della truffa, che sarebbe culminata con la sostituzione dei microchip, e dunque dei cavalli che prendevano parte alle corse, realizzando un vantaggio sleale nei confronti dei concorrenti rispettosi del regolamento. Compito dei carabinieri è quello di raccogliere tutti gli elementi utili ai fini delle indagini per poi trasmetterli alla procura che segue le indagini, la quale deciderà in capo ad eventuali responsabili di reati penalmente rilevanti.

Indiscrezioni parlano di attività ispettive di ruspe nel senese, alla ricerca di cavalli presumibilmente ammazzati dopo aver estratto l'ambito microchip. In questa nuova indagine, a essere coinvolti sarebbero allevatori, proprietari, titolari di scuderie, fantini e anche veterinari. Aspettiamo gli sviluppi e speriamo che la giustizia faccia il suo corso per la trasparenza e legalità nel mondo delle manifestazioni storiche con equidi.

Horse Angels è costituita nel procedimento giudiziario scaturito dall'indagine del 2015. Per approfondire a questo: Link

Ti è piaciuto questo articolo? Metti un like o condividi, grazie.

Non riceviamo sostegni pubblici

CONSIDERA DI SOSTENERCI - IBAN intestato a Horse Angels: IT37 C076 01132 0000 1000 5050 63 - Con carta di credito puoi donare online pigiando il bottone qui sotto:

Offerta libera
 EUR