Traduci

Italian English French Spanish

Il 5xmille a Horse Angels per rovesciare le prospettive. Grazie!

Approfondisci qui...

Quando si parla di allevamenti fai da te, a caso, che si tratti di cavalli, di cani o di gatti, significa spesso che sono messi al mondo esseri senzienti che hanno dallo scarso al nullo valore di mercato e che vanno a ingrossare il numero di animali non voluti, scartati, abbandonati e, nel caso dei cavalli, che vanno al macello. 

Oggi, prima di far riprodurre un cavallo, occorre valutare onestamente la situazione economica in cui si trova l'Italia e in particolare il mondo del cavallo, specialmente se si è contrari alla macellazione equina.

Chi ha i soldi, non compera il cavallo fai da te, arcobaleno, magari portatore di tare di conformazione. Vuole un cavallo di genealogia e lo vuole con una buona conformazione e prospettive sportive. 

Chi i soldi non ce li ha, non è disposto a pagare quanto costa allevare responsabilmente un puledro dandogli le basi/chance di avere un futuro come cavallo da sella. 

Eppure, c'è ancora gente che fa nascere cavalli arcobaleno, cavalli a caso, cavalli purchessia, anche se poi non è in grado di portare avanti dignitosamente quelle vite.

Definizione di allevamento fai da te, alla purchessia o finalizzato allo spreco di vite (piuttosto che alla macellazione), consapevolmente o meno

Allevamento di puledri senza mercato a sella, perché c'è la possibilità di farlo a costo basso o zero (su demanio pubblico)
Allevamento di grandi quantità di cavalli da abbattere per trovare quel singolare puledro "campione" (questo tradizionalmente è sempre avvenuto nell'allevamento dei cavalli da corsa, dove i puledri in "esubero" vanno al macello)
Allevamento di cavalli geneticamente difettosi, con tare genetiche ereditarie, senza genealogia
Allevamento di cavalli a caso per vedere nascere dei puledri
Allevamento di cavalli che non si è in grado di curare adeguatamente (attraverso l'alimentazione e le cure medico vetinarie podologiche)
Allevamento di cavalli che non si è in grado di gestire, addestrare e promuovere

Gli allevatori irresponsabili spesso rientrano in molte di queste categorie contemporaneamente.

Mentre è facile puntare il dito contro gli allevatori "marginali", coloro che vivono di espedienti, facendo pascolare cavalli magari su pubblico demanio, non li chippano, non li tracciano, a mala pena hanno i soldi per curarli, risulta più ostico identificare i sovvraproduttori seriali, quelli che hanno bisogno di molti "prodotti" per far emergere il campione, e dunque hanno anche molti "scarti", tradizionalmente inviati al macello in giovane età.

Ma anche negli allevamenti più piccoli, apparentemente di cavalli di razza, ci può essere mancanza di serietà, con eccesso di consanguineità e mancanza di esclusione dalla riproduzione di quei soggetti che sono portatori di tare. Si veda nell'allevamento dei cavalli per le razze americane l'eccesso di ricorrenza di atassie e altre tare ereditarie.

In conclusione, prima di far nascere un puledro purchessia, con la scarsa domanda che c'è di cavalli da sella poco qualitativi, poco addestrati, poco caratterizzati, pensarci non una ma dieci volte. Oltretutto molti cavalli sul mercato, che nessuno vuole, abbassano in generale i prezzi e contribuiscono alla crisi generale del sistema.