Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish

Avrebbe abusato di almeno una di due minorenni, una ragazzina di 13 anni. E' quanto emerge in sede di incidente probatorio davanti al Gup di Udine in una vicenda che ha coinvolto un istruttore di equitazione di 50 anni di un maneggio in Friuli e due minorenni.

Per l'accusa, gli abusi configurano l'ipotesi di violenza sessuale continuata e aggravata.

Il tutto si riferisce a fatti datati più di un anno fa, quando la madre di una delle giovani ha sporto denuncia.

La figlia ha ammesso di aver avuto rapporti con l'istruttore, mentre quest'ultimo ha negato.

L'altra giovane, oggi maggiorenne ma all'epoca dei fatti diciassettenne, avrebbe detto di essere rimasta incinta e di aver interrotto la gravidanza.

Il pm Letizia Puppa della Procura di Udine ha chiesto una misura cautelare nei confronti dell'istruttore di equitazione, finito agli arresti domiciliari.

Horse Angels ha dato mandato al proprio Avvocato Francesca Castelletti del Foro di Trieste per la costituizione di parte civile nel procedimento giudiziario.

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

CONCORSO LETTERARIO ED. 2019

Partecipa al concorso letterario annuale