Traduci

Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Lithuanian Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Welsh Yiddish
Foto di repertorio

Castelnovo né Monti, provincia di Reggio Emilia. Le lezioni pomeridiane di equitazione diventavano il viatico per abusi sessuali di minorenni.

È uno dei particolari che emergono dal fronte accusatorio sulla tremenda vicenda dell’insegnante di 65 anni, docente di tecnica e informatica in un istituto di Castelnuovo Monti, che svolgeva anche lezioni di equitazione, aperte a ragazze e ragazzi, ed è proprio approffittando dell'interesse delle ragazzine per i cavalli, con le quali le adescava, che poi approfittava di loro, secondo l'accusa.

Il professore, incensurato e ora agli arresti domiciliari, è accusato di una serie di reati pesantissimi: tentata violenza sessuale, violenza sessuale aggravata, violenza privata e stalking.

Ad accusarlo tre ragazzine minorenni abusate.

A scoperchiare la vicenda, che ha scosso il capoluogo montano, è stata una 15enne che ha esposto i messaggini telefonici "hard" che riceveva. La vittima si è confidata con la madre, dando vita all’esposto in caserma. Dopo l’ordinanza d’urgenza, la Procura è all'opera in indagini supplementari: ulteriori approfondimenti investigativi, volti a delineare in modo più circostanziato gli addebiti. Al momento non si esclude che possano esserci altre vittime.

La scuola si dice indignata, l'insegnante era stimato.

Aiutateci a sconfiggere questa piaga #horsemetooitalia

Iscrizione alla newsletter Horse Angels

Grazie per l'adesione|

Dona online

Considera di sostenerci!

Offerta libera:
 EUR

Sei arrivato fino a qui, perché non sostenere il network?

CONCORSO LETTERARIO ED. 2019

Partecipa al concorso letterario annuale