Italian Afrikaans Albanian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) English French German Greek Irish Portuguese Russian Slovak Spanish Swedish Turkish Yiddish
You are here:Torna all'entrata>Taccuino dei cavalli>Attualità>Biosensore per carne equina
Martedì, 12 September 2017 11:11

Biosensore per carne equina

Scritto da Redazione

Madrid, Spagna - Un nuovo biosensore sviluppato dall'Università Complutense di Madrid è in grado di rilevare carne di cavallo che può potenzialmente contaminare altre carni fino al solo 5% del volume. Il nuovo biosensore richiede un'ora per determinare, con assoluta certezza, se il campione è contaminato con carne di cavallo. Il dispositivo ha tanto più senso quanto più l'Europa è periodicamente attraversata da scandali di carne equina fatta passare per altro o inserita in prodotti che non ne dichiarano l'impiego in etichetta.

I produttori di beni alimentari come sughi, piatti pronti surgelati con ripieni, insaccati, possono essere tentati dal mescolare la carne di cavallo alla carne di altri animali, in quanto la prima è più conveniente, specialmente paragonata al bovino.

Un uomo d'affari prominente è stato dichiarato colpevole nel mese di luglio per la vendita all'ingrosso di carne di cavallo mescolata a carne bovina spacciando il prodotto come manzo.

Tutti poi ricordano l'Horse Gate del 2013, quando alcuni dei più grandi marchi a livello internazionale della grande distribuzione alimentare furono coinvolti nello scandalo di prodotti di largo consumo contenenti carne equina non dichiarata in etichetta.

Il valore all'ingrosso della carne di cavallo è inferiore rispetto al valore della carne di manzo e quindi il macinato di carne di cavallo si presta alle frodi alimentari.

Con il nuovo biosensore, la sicurezza alimentare dovrebbe migliorare e i consumatori dovrebbero sapere esattamente cosa stanno acquistando.

Fonte

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.